Milinkovic-Savic: il patto con Juric sulle punizioni

Vanja Milinkovic Savic non si accontenta. Alla prima stagione da titolare nel Torino, il portiere si sta imponendo come uno dei migliori del ruolo.Sicuro tra i pali, ma non solo perchè il serbo – fratello di Sergej centrocampista della Lazio – sa giocare bene anche con i piedi e l’ultima dimostrazione si è avuta lunedì con il suo lancio di 60 metri che ha avviato l’azione dell’1-0 contro l’Udinese. E allora attenzione al “patto” che ha sancito con mister Juric.

I tifosi granata conoscono bene le doti balistiche di Vanja Milinkovic Savic fin dal suo esordio: era il novembre 2017 quando in una gara di Coppa Italia contro il Carpi, il portiere colpì una traversa su punizione da oltre 25 metri. Una specialità che il serbo ha affinato in allenamento e che ora vorrebbe riproporre di nuovo.

Tuttosport rivela che Juric gli ha fatto una mezza promessa: appena sarà possibile, gli verrà fatta calciare una punizione, magari a fine partita con risultato acquisito, per non rischiare troppo. E allora chissà che non si possa iscrivere al portiere serbo nella casella dei marcatori.