Cairo ha scaricato Belotti: Inter favorita sulle altre pretendenti

Urbano Cairo scarica Andrea Belotti. Il presidente del Torino, intervenuto a margine del Festival dello Sport di Trento, non ha parlato soltanto della questione dei bilanci delle società; c’è stato spazio anche per il mercato e Cairo ha fatto capire chiaramente che l’attaccante e capitano granata non rinnoverà il contratto con il Torino.

Cairo scarica Belotti, queste le parole del presidente del Torino: “Per il momento non ha firmato, non credo abbia voglia di firmare. L’offerta fatta andava oltre alle mie possibilità, non posso costringerlo a fare niente”.

Cairo scarica Belotti: "Non vuole firmare" (Getty Images)

Parole importanti quelle di Urbano Cairo, che dal palco del Festival di Trento ha confermato tra le righe che Andrea Belottilascerà il Torino la prossima estate a titolo gratuito, essendo in scadenza di contratto il 30 giugno 2022.

Difficile dire cosa accadrà con Belotti. Il Torino si trova in una posizione difficile, simile a quella del Napoli con Insigne o della Fiorentina con Vlahovic; è possibile che Belotti parta a gennaio, ma occorre capire cosa succederà da qui alla riapertura del mercato, soprattutto in ottica Fantacalcio. Intanto il Gallo sta cercando di recuperare da un infortunio; al suo rientro sarà nuovamente il titolare indiscusso dell’attacco granata o Juric punterà tutto su Sanabria?

Una notizia che può dare una scossa al mercato, un po’ come l’annuncio di qualche giorno fa di Rocco Commisso sul futuro di Dusan Vlahovic. Ovviamente, da grande occasione a parametro zero, gli approcci all’attaccante campione d’Europa sono già iniziati. Presupposto importante: difficile che il Gallo parta a gennaio, ha infatti deciso di muoversi al termine della stagione per decidere da solo il proprio futuro. Già qualche telefonata c’è stata, la stessa Fiorentina ci sta pensando. Belotti però vorrebbe fare il salto in una big, rimanendo in Italia: a 28 anni e con il cartellino di sua proprietà sente che è l’ultima occasione.

Anche l’Inter sta seriamente valutando l’ipotesi di fare un’offerta al giocatore, perché cerca un centravanti con quelle caratteristiche: italiano, esperto ma non verso fine carriera, forte fisicamente e in grado di alternarsi con Edin Dzeko. Praticamente, è il profilo del Gallo, già candidato a vestirsi di nerazzurro ad agosto quando la trattativa con la Lazio per Joaquin Correa stentava a decollare. A quel tempo la dirigenza operativa in Viale della Liberazione aveva messo le basi per un possibile trasferimento a Milano del giocatore, poi non concretizzatosi. Evento forse solo rimandato di un anno, chissà.