Toro-Sassuolo: la pagella granata

Sirigu 6 – Avrebbe potuto fare di più sul sinistro di Berardi? Forse sì, trattandosi di un tiro centrale, ma la distanza era molto ravvicinata. Si riscatta nel finale con un intervento salva-risultato su Obiang.

Izzo 5,5 – Con Ansaldi in costante proiezione offensiva, dovrebbe giocare con maggior attenzione difensiva e invece si concede qualche sbavatura di troppo, soprattutto nel primo tempo.

Lyanco 6 – Solido difensivamente, è autore anche di qualche sortita offensiva per ribaltare il fronte e suonare la carica nel momento difficile dei suoi.

Bremer 5 – Inizio shock in un ottimo periodo. Prima regala palla con un cambio gioco sbilenco, poi non riesce a rimediare su Djuricic che inizia l’azione che porta al vantaggio neroverde.

Gojak 6 – Non fa nulla di eclatante, ma il suo ingresso da nuova verve e aggiunge qualità ai tentativi offensivi granata.

Ansaldi 6,5– A destra o a sinistra, per il suo mancino non fa differenza. Dal suo piede arrivano le idee e soprattutto i cross che portano i granata a concludere verso la porta avversaria. Come l’assist al bacio che Zaza trasforma nel definitivo 3-2.

Lukic 5,5 – Ci si aspetta gli inserimenti, ma risulta poco propositivo, anche se da parte sua c’è una buona qualità in palleggio che aiuta a gestire la pressione esercitata dagli avversari.

Verdi 6 – Insieme a Gojak aggiunge qualità e idee alla manovra offensiva, e pur non incidendo direttamente nei goal ha il merito di dare nuove energie.

Mandragora 6,5 – Un po’ troppo lento e leggero in uscita su Berardi. Prova a riscattarsi con un bel tiro al volo, ma trova la grande risposta di Consigli. Nel finale però, trova il tap-in vincente per il 2-2.

Rincon 5 – Combatte e non si tira mai indietro, nonostante le difficoltà. Male in occasione del raddoppio di Berardi, viene sacrificato per far posto a Zaza.

Zaza 7,5 – Entra e ribalta il match. Una ventina di minuti, e un ottimo impatto con due goal pesantissimi, più uno annullato per fuorigioco. La concorrenza di Sanabria sembra stimolarlo.

Murru 6 – In costante spinta sulla corsia mancina, arriva spesso al cross e dialoga bene con le punte. Prova anche a concludere, ma trova solo i guantoni di un attento Consigli.

Vojvoda 6 – Gioca un secondo tempo senza rischiare nulla difensivamente, con la possibilità di spingersi avanti e provare anche a sorprendere Consigli dalla distanza.

Sanabria 6,5 – Non riesce a trovare il terzo goal consecutivo della sua avventura granata, ma disputa un’altra buona gara e ha comunque il merito di servire l’assist per il primo goal di Zaza.

Belotti 6 – Non è ancora al meglio e si vede, ma il suo recupero è fondamentale per l’energia che ci mette e il solito lavoro sporco che fa per tutto il campo.

Bonazzoli sv.

All. Nicola 7: primo successo per Davide Nicola sulla panchina del Torino. Una vittoria da guerrieri, come piace al tecnico; il Torino ha rimontato una partita apparentemente chiusa sul 2-0 trasformandola in un 3-2 finale. Rischiosa ma efficace la scelta del tecnico di schierare tutti gli attaccanti in una volta in campo, che hanno reso a dovere e rimontato la partita. Tante, troppe disattenzioni difensive, che però passano in secondo piano dopo questa vittoria di grande carattere.