Toro-Spezia: probabili formazioni e statistiche - IL TORO SIAMO NOI
Toro-Spezia: probabili formazioni e statistiche - IL TORO SIAMO NOI
Toro-Spezia: probabili formazioni e statistiche - IL TORO SIAMO NOI

Toro-Spezia: probabili formazioni e statistiche

Dopo le prime partite degli ottavi di Coppa Italia, torna in campo la Serie A. Per il terzo anticipo della 18^ giornata di Serie A, sabato 16 gennaio alle ore 18:00, allo Stadio Olimpico Grande Torino si affrontano Torino e Spezia. I padroni di casa, reduci dai 120 minuti più rigori nella sconfitta di coppa, devono subito riprendersi contro un Spezia in forma e più riposato. I liguri infatti scenderanno in campo per gli ottavi di Coppa Italia la prossima settimana (19 gennaio) conto la Roma.

La situazione delle due squadre in questo momento è opposta e ribaltata rispetto alle aspettative. Il Torino di Giampaolo ha deluso finora e, con la sconfitta nell’ultima partita contro il Milan, si ritrova ancora in piena zona retrocessione. Lo Spezia invece ha vinto la sua gara casalinga nell’ultimo turno di Serie A, portandosi così a +5 proprio sui granata che occupano il terzultimo posto. Tanti motivi d’interesse per questo incontro dall’inaspettato risvolto in chiave salvezza e tanta voglia per le due squadre di portare a casa i tre punti. 

Come arriva il Torino

L’inizio di stagione disastroso dal punto di vista dei risultati ha messo parecchio in difficoltà il progetto di mister Giampaolo. L’allenatore per dare una scossa all’ambiente ha deciso di cambiare alcuni suoi dogmi tattici. Primo su tutti il modulo. Il passaggio dall’iniziale 4-3-1-2 al 3-5-2 ha cominciato a portare i suoi frutti. Escludendo la prova opaca offerta a San Siro contro un Milan incerottato, la squadra granata nelle ultime cinque uscite ha dimostrato netti miglioramenti.

Sicuramente il primo beneficio del cambio modulo è stato il rafforzamento della tenuta difensiva. Nelle prime 12 giornate il Torino aveva subito 30 reti con un media di 2,5 gol a partita. Un dato da retrocessione, che infatti aveva relegato i granata all’ultimo posto in classifica. Nelle ultime cinque invece gli uomini di Giampaolo, con il nuovo modulo, hanno subito solo 5 reti (media di un gol a partita) ottenendo 6 punti sui 12 totali conquistati finora. Un netto cambio di rotta che si è interrotto con la doppia disfatta di Milano, ma che deve assolutamente riprendere in casa contro lo Spezia per cancellare lo zero nella casella delle vittorie casalinghe.

Come arriva lo Spezia

Anche lo Spezia finora non aveva brillato in casa. Ma nell’ultimo turno, nel derby ligure con la Sampdoria, i bianconeri hanno centrato la loro prima vittoria casalinga. Vittoria che diventa la seconda di fila, dopo la clamorosa sbancata in trasferta sul campo del Napoli. Morale alto quindi nello spogliatoio spezzino, e una provvisoria tranquillità ritrovata dopo le otto partite senza vittorie e con solo tre punti conquistati. La squadra di Italiano torna a giocare in trasferta, e quindi nel contesto che le ha permesso di ottenere 11 punti sui 17 totali, grazie alle tre vittorie sulle quattro totali strappate lontano da casa.

Nella difficile trasferta di Torino, il tecnico dello Spezia dovrà mettere a punto qualche accorgimento dal punto di vista difensivo. Sono infatti nove le partite consecutive in cui la neopromossa subisce almeno un gol, con 17 reti subite e con la conferma di una media di gol subiti a partita pari a 1,88. Nonostante questo dato negativo, è comunque importante sottolineare come lo Spezia sia riuscito a segnare almeno un gol in 8 delle ultime 9 partite, con il grande merito di un sorprendente Nzola e del gioco propositivo di Italiano.

Probabili formazioni Torino-Spezia

Mister Giampaolo dovrà verificare le condizioni dei suoi giocatori, dopo la faticosa prova dei supplementari in Coppa Italia. In difesa torna dal primo minuto il trio Izzo-Lyanco-Bremer, sulle fasce invece il problema alla spalla di Vojvoda conferma la presenza di Singo sulla destra e di Rodriguez sulla sinistra. In mezzo al campo la squalifica di Rincon e la partenza di Meitè in direzione Milan, costringono l’allenatore dei granata a mescolare le carte. Ad affiancare il solito Linetty dovrebbe esserci quindi Lukic, mentre per il terzo posto se la giocano Segre e Gojak. In avanti, ritorna dal primo minuto Belotti dopo l’iniziale panchina in coppa. Al suo fianco uno tra Verdi e Zaza, partito titolare contro il Milan.

L’allenatore dello Spezia Vincenzo Italiano ritrova i tre giocatori risultati positivi al coronavirus negli scorsi giorni. Ricci, Acampora e Bastoni dunque tornano subito a disposizione, con il primo che in caso di completo recupero potrebbe subito partire titolare, a discapito di Agoumè. In difesa confermata la linea dei quattro visti nell’ultima uscita casalinga, con Terzi a guidare nuovamente il reparto e con la conferma di Marchizza sulla sinistra. A centrocampo ancora Estevez e Pobega nel ruolo di mezzali. In attacco, non destano preoccupazioni le condizioni di Nzola, che dovrebbe recuperare dal trauma distorsivo alla caviglia, mentre restano da valutare le condizioni di Agudelo, che si è fermato per un fastidio muscolare. Al suo posto pronto a partire dal primo minuto Farias.

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Lyanco, Bremer; Singo, Segre, Lukic, Linetty, Rodriguez; Verdi, Belotti. All. Giampaolo

Spezia (4-3-3): Provedel; Ferrer, Terzi, Chabot, Marchizza; Estevez, Agoumè, Pobega; Gyasi, Nzola, Farias. All. Italiano

Precedenti Torino-Spezia

Le due squadre non si sono mai affrontate nell’era dei tre punti in Serie A. L’ultimo loro incontro risale al quarto turno di Coppa Italia nella stagione 1937/38. Prima di allora gli unici precedenti risalgono a quando la Serie A si chiamava Prima Divisione, dal 1923 al 1925, con due vittorie a testa su quattro incontri totali.

Scopri di più da IL TORO SIAMO NOI

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading