I numeri del mercato del Toro: Gojak e Bonazzoli gli ultimi affari

Amer Gojak è stato l’ultimo colpo, il gioiellino acquistato dalla Dinamo Zagabria con l’obiettivo di rinforzare la batteria dei trequartisti, in coppia con Simone Verdi. Un’ora prima la dirigenza granata dava il benvenuto a Federico Bonazzoli, l’attaccante prelevato dalla Sampdoria che arriva con la promessa di irrobustire con potenza e qualità il roster degli attaccanti granata. Cin-cin Toro, dunque, in un ultimo giorno di mercato che ha visto completarsi quella rivoluzione immaginata nel cuore del mese di agosto. Bonazzoli e Gojak portano a sei il bottino di acquisti piazzato dal presidente Urbano Cairo: erano già arrivati Linetty, Murru, Rodriguez e Vojvoda. Adesso toccherà a Marco Giampaolo plasmare i nuovi innesti nel progetto e calarli nei meccanismi del laboratorio inaugurato al Filadelfia, con la missione di avviare la stagione del riscatto.

A conti fatti, al netto dei bonus che potrebbero maturare e dei riscatti obbligatori che potrebbero scattare a determinate condizioni, il Torino archivia questa campagna acquisti con un investimento di 18,5 milioni.Gli ultimi due arrivati, Bonazzoli e Goyak, potrebbero diventare degli investimenti molto più onerosi: Bonazzoli, ad esempio, è stato preso con un prestito a 1,5 milioni con un riscatto obbligatorio a 8 milioni da pagare al nono gol segnato dalla punta cresciuta nel vivaio dell’Inter. Anche per Gojak la formula è quella del prestito, pagato 1 milione, al quale si potrebbero aggiungere altri 4,5 milioni per il riscatto obbligatorio a determinate condizioni.

In Italia Bonazzoli è già molto conosciuto: alla Sampdoria con Ranieri è esploso dopo il lockdown, con 5 gol realizzati, dando un ottimo contributo alla salvezza raggiunta dai blucerchiati. Di Gojak è verosimile immaginare che il pubblico italiano conosce poco: è un trequartista che può fare anche la mezzala, grande tecnica e propensione all’assist. Il suo nome è emerso dal lavoro dello scout fatto tra l’autunno e la primavera scorsa, quando fu visionato due volte. Lo abbiamo visto il 4 settembre titolare nella sua Bosnia contro l’Italia.

COMMENTA L'ARTICOLO