Sirigu in rotta con Cairo, le mancate promesse del club alla base dell’addio

L’addio di Salvatore Sirigu al progetto Torino ormai è “praticamente certo”. Lo annuncia Tuttosport e lo conferma il Corriere, tutti orientati su un’unica strada perché qualcosa si è rotto tra il club granata e il portiere della Nazionale, che ha sempre dato l’anima per il Toro contribuendo alla salvezza pur in una stagione storta per la difesa. “Ma ormai l’addio è sicuro, Sirigu e il Toro sono ai minimi storici e il portiere cerca un nuovo club“, si legge.

Il motivo? Più di uno. Le cause che hanno portato allo strappo tra Sirigu e in particolare il presidente Urbano Cairo sembrerebbero da ricercare in una serie di aspettative non rispettate sul progetto tecnico della squadra e anche nel “caso” del taglio agli stipendi durante il lockdown, la cui gestione non è andata giù al portiere. Adesso c’è da aspettare e avere pazienza per scoprireil futuro: Sirigu rimane un portiere più che affidabile,su di lui si concentrano le attenzioni di diverse squadre di Serie A.La storia tra Sirigu ed Torino si consuma in modo brusco,brutta perdita per il club granata.

COMMENTA L'ARTICOLO