Con la solita pacatezza Feltri risponde ad Agnelli:”Ha emesso un belato…”

Con la solita pacatezza Feltri risponde ad Agnelli:”Ha emesso un belato…”

Libero, Vittorio Feltri ha attaccato duramente il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, reo di aver messo in dubbio i meriti della ‘sua’ Atalanta. Ecco le parole usate dal direttore del quotidiano:

“Andrea Agnelli parlando a Londra ha emesso un belato che non salirà in cielo. Ha detto di dubitare della legittima partecipazione dell’Atalanta in Champions League. Bergamo in pratica sarebbe indegna del torneo, forse poiché è una città di provincia i cui imprenditori, a differenza dell’erede di Umberto – uomo capace e pertanto oscurato dal fratello Gianni, il cosiddetto avvocato – non diventano importanti per diritto familiare bensì per meriti (…) acquisiti sul campo”.

“Proprio come i nerazzurri che da quattro anni a questa parte spiccano nel campionato nazionale, segnando più gol della Juventus, giocando meglio e spendendo meno soldi. Tant’è che il bilancio della società del fenomeno Percassi è in attivo: plusvalenze per 150 milioni di euro. Caro Agnellino, dal dirigente bergamasco lei ha solo da imparare a stare nel calcio e anche al mondo. Magari evitando di sprecare disprezzo per compagini più solide della sua, che sta in piedi con i denari della Fiat”.

“Nel pallone come nella vita ordinaria conta la capacità, non la storia. E la Dea oltre a una tradizione secolare vanta una serie di risultati eccezionali chele hanno aperto le porte al paradiso della pelota. Ha più titoli il mio amato club di lei, che è arrivato ai vertici della grande Juventus in quanto appartenente alla casta pecorile e basta, senza nemmeno tirare un corner, senza aver costruito neppure una 500″.

Fonte: Libero


COMMENTA L'ARTICOLO