L’ultima,speriamo,sparata di Mazzarri: “Scuse solo ai veri tifosi”


A sentire le dichiarazioni notturne di Mazzarri prima e del dg Comi poi, si evince che il Toro col Milan ha perso per colpa esclusiva dell’arbitro Pasqua (invero penalizzante); che se avesse espulso Rebic (come avrebbe dovuto) «avremmo sicuramente vinto al 99,9 per cento» (sic!); che una partita In cui hai comunque beccato quattro pappine – rischiando che fossero di nuovo una decina – in realtà «è stata una buonissima prestazione»; che uno dei Milan più scarsi degli ultimi decenni fosse tipo il Liverpool. Ma tant’è, a questo genere di letture siamo ormai abituati. Una frase, però, non l’avevamo mai sentita prima. Inaudita. L’ha detta Mazzarri a Torino Channel: «Abbiamo chiesto scusa a quelli die sono i veri tifosi del Toro, non ad altri». Cioè, chi siano i veri tifosi del Toro lo ha deciso un allenatore che ha scoperto il Toro l’altro ieri, insieme a dei giocatori che magari per qualche euro in più d’ingaggio andrebbero a giocare anche nel Borgorosso, o in Cina a dispetto del coronavirus. Dunque, i veri tifosi del Toro sarebbero quelli che accettano tutto, non criticano, non contestano e applaudono a prescindere. Gli altri, cioè la quasi totalità, non meritano le scuse. Anzi, non gliele fanno proprio. Allora scusateci voi, caro Mazzarri e cari giocatori in fuga dal Filadelfia, perché continuiamo a pensare che i tifosi del Toro meriterebbero non solo le vostre scuse – di cui peraltro non se ne fanno niente – quanto qualcosa di diverso da questo strazio. ln campo e fuori. Con i fatti e con le parole.


COMMENTA L'ARTICOLO