Toro-Spal: la pagella granata


Sirigu 6
Si fa male nel riscaldamento ma stringe i denti e scende in campo con una vistosa fasciatura alla mano. Incolpevole in occasione dei gol

Izzo 5
Qualche sbavatura di troppo che un difensore in corsa per gli Europei non può permettersi. Se la squadra ripiomba nel vortice della crisi, lui non è immune da colpe. E nel finale la responsabilità del gol di Petagna è tutta la sua

Nkoulou 6
Rischia moltissimo con un intervento al limite su Kurtic. Ma è il più positivo del reparto arretrato granata

Bremer 4.5
Sbaglia molto e per completare la prova negativa, decide di strattonare ingenuamente quel che basta Petagna per indurre Fabbri ad estrarre il secondo giallo

Ola Aina 5
Quello con Strefezza era uno dei duelli più interessanti del match. Lo perde su tutta la linea

Lukic 5.5
Non riesce ad incidere (78′ Zaza sv Entra per dare più peso all’attacco ma dà più confusione che altro)

Rincon 6.5
In gol dopo pochi minuti. Corre per due a centrocampo ma non basta ai fini del risultato

Ansaldi 6
Settimana negativa che si apre con la rapina subita a casa e si chiude con l’infortunio e la squalifica rimediata in vista della Roma. Ma lui gioca bene finché è in campo, pur risentendo del calo collettivo dopo il primo quarto d’ora (44′ Laxalt 5.5)

Berenguer 6
Non si capacita del cambio e fa bene. Uno dei più positivi e a differenza di Verdi, uno dei pochi a dare estro e imprevedibilità in attacco (62′ Meité 5.5Entra nel momento peggiore della partita e il suo ingresso non serve a cambiare la situazione)

Verdi 5.5
Più sottotono del solito. Da lui ci si aspetta di più

Belotti 7
Migliore in campo. Lotta su ogni pallone, fa a sportellate con i difensori avversari e fa salire la squadra con giocate di grande classe. Manca solo il gol e non è un dettaglio ma nel contesto di stasera, la sua prova è da applausi. Uno dei pochi a salvarsi

Mazzarri 5.5
Ripiomba nel vortice della crisi.


COMMENTA L'ARTICOLO