Un buon Toro cade nel derby,ora sono sei le sconfitte


La Juventus si aggiudica la 149esima edizione del derby della Mole di serie A, il 199esimo considerando tutte le competizioni. Tutto come da copione, ma con un sussulto di orgoglio. Per un Torino che racimola la sesta sconfitta stagionale in campionato. Per un Walter Mazzarri sempre più in discussione. Sorride Maurizio Sarri che, all’esordio nella sfida tra le due sponde del Po, con un turnover ragionato porta l’incontro sui binari bianconeri.

I padroni di casa, freschi di nuovo forfait targato Iago Falque, si affidano al solito 3-5-2: Lyanco a sostituire lo squalificato N’Koulou, chance dall’inizio per Verdi e non per Zaza. Rincon titolare. Gli ospiti recuperano in extremis e rispondono con il 4-3-1-2: De Sciglio a concedere un turno di riposo ad Alex Sandro, Bentancur mezz’ala e Dybala preferito a Higuain.

Dopo un flebile colpo di testa di Bremer, la partita inizia a fare sul serio con Verdi, che tuttavia non centra lo specchio della porta. De Ligt, tanto per cambiare, con l’ormai solita mano crea un caso da moviola. Rincon, dalla distanza, trova pronto Szczesny. Ronaldo, avvalendosi del gioco aereo, spaventa Sirigu. Stesso copione pochi minuti dopo, questa volta con un potente destro. Il portiere granata nega la gioia persona a Dybala.

De Sciglio, decisamente in sera no, spalanca le porte continuamente ai suoi dirimpettai. E, per poco, il Toro non ne approfitta con Meité, ben cercato da Belotti. Sirigu da urlo su De Ligt.

Nella ripresa, è sempre l’estremo difensore granata a prendersi gli applausi, distendendosi bene su CR7. Finita qui? Neanche per scherzo. Altro giro, altra grande risposta sul subentrato Higuain. Nel momento di maggiore spinta, Madama la sblocca: corner sul secondo palo, il Pipita rimette in mezzo e, da due passi, De Ligt insacca. Ansaldi sfiora il pareggio.

Gestione finale zebrata e triplice fischio a decretare la stracittadina in favore della Juve.

IL TABELLINO

TORINO-JUVENTUS 0-1
Torino (3-5-1-1):
Sirigu; Izzo, Lyanco, Bremer; Ansaldi, Baselli (40′ st Millico), Rincon (29′ st Zaza), Meité, Aina; Verdi (35′ st Lukic); Belotti.
A disp.: Ujkani, Rosati, Berenguer, De Silvestri, Djidji, Laxalt. All.: Mazzarri
Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Bonucci, De Sciglio; Bentancur (31′ st Khedira), Pjanic, Matuidi; Bernardeschi (22′ st Ramsey); Dybala (15′ st Higuain), Ronaldo.
A disp.: Pinsoglio, Buffon, Douglas Costa, Alex Sandro, Danilo, Can, Rugani, Demiral. All.: Sarri
Arbitro: Doveri
Marcatori: 25′ st De Ligt (J)
Ammoniti: Aina, Ansaldi, Baselli, Belotti (T); Bentancur, Cuadrado (J)
Espulsi:


COMMENTA L'ARTICOLO