La pagella granata - IL TORO SIAMO NOI
La pagella granata - IL TORO SIAMO NOI
La pagella granata - IL TORO SIAMO NOI
La pagella granata - IL TORO SIAMO NOI
La pagella granata - IL TORO SIAMO NOI

La pagella granata


Con tutta la fatica preventivabile alla vigilia, il Torino centra tre punti fondamentali per alimentare il sogno Europa. A farne le spese un Chievo comunque pimpante ed in partita fino agli istanti finali. I top e flop di Torino-Chievo.

Primo tempo avaro di emozioni all’Olimpicotra il Torino di Mazzarri e il Chievo di Di Carlo.Gara che si combatte a centrocampo e caratterizzata da molti errori di precisione anche nei passaggi elementari. Il Torinocerca, comunque, di fare la gara, ma il Chievosi difende bene e con ordine, cercando qualche ripartenza. Prima frazione di gioco che si chiude sul punteggio di 0-0. Nel secondo tempo i due mister dovranno inventarsi qualcosa se vogliono portare a casa i tre punti.

Secondo tempo che inizia con un altro piglio da parte di entrambe le squadre. Al 48′ è il Chievo ad avere la prima chiara occasione da gol con Djordjevic, ma Sirigo si supera e fa suo il pallone. Poi è il Torino a farsi vedere in avanti, prima con un tiro da fuori di Ansaldi e subito dopo con un bel colpo di testa di Izzo, su traversone di Falque, Sorrentino devia in angolo. Dopo un inizio ripresa più arrembante con due belle occasioni, la gara ritorna a essere combattuta a centrocampo e nessuna delle due squadre riesce a prevalere sull’altra.

Walter Mazzarri effettua i primi cambi cercando di cambiare il corso della gara prima con Zaza al posto di Lukic e poi con Berenguer al posto di un ottimo Iago Falque. Non si comprende bene questa decisione da parte del tecnico granata, visto che lo spagnolo era stato il migliore dei suoi. Dopo qualche minuto il Toro va vicino al gol su calcio piazzato di Berenguer per Belotti che da due passi sbaglia bersaglio. Con l’ingresso in campo di Simone Zaza e di Berenguercresce il Toro e va vicino al gol con una splendida punizione di Zaza, che poi serve a Belotti l’assist per il gol partita. Nell’extra time arrivano i gol di Rincon con un gran tiro dal limite all’incrocio dei pali e il 3-0 di di Simone Zaza, il migliore in campo.

La pagella granata

Sirigu 7: Primo tempo attento senza particolari pericoli. Nel secondo tempo si rende protagonista due volte su Djordjevic. Fenomenale

Izzo 6.5: Ottima gara, sempre concentrato e attento.

N’Koulou 6.5: Praticamente un muro, dalle sue parti non si passa.

Moretti 6: Il peggiore della retroguardia granata. Svolge il compitino e niente di più.

De Silvestri 6: Si fa vedere in avanti con qualche traversone, ma da lui ci si aspetta di più.

Baselli 5: Non riesce a rendersi utile e a dare le misure giuste al centrocampo granata.

Lukic 5: Fuori dal gioco e dalla partita.(dal 51′ Zaza 7): Entra e si rende utile per i compagni. Va vicino al gol su punizione, serve l’assist per il gol di Belotti e segna il terzo gol granata.

Meité 5.5: Molto dinamismo e troppi falli. (dall’82’ Rincon) 7: Entra e segna il 2-0 nell’extra time.

Ansaldi 6.5: Si dà da fare e si mette a disposizione dei compagni. Molto utile

Iago Falque 6.5: Buona partita dell’attaccante spagnolo. Il più attivo in attacco e l’unico che cerca di dare la svolta alla gara. (dal 62′ Berenguer) 6:

Belotti 7: Il nulla fino al gol partita. Decisivo.

TORINO (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Moretti; De Silvestri, Lukic (6′ st Zaza), Meite (37′ st Rincon), Ansaldi; Falque (17′ st Berenguer), Baselli; Belotti. A disposizione: Ichazo, Rosati, Singo, Parigini, Djidji, Bremer. Allenatore: Mazzarri.

CHIEVO: (4-3-1-2): Sorrentino; Schelotto (18′ pt Depaoli), Bani, Barba, Jaroszynski (29′ st Andreolli); Leris, Rigoni, Diousse; Giaccherini; Djordjevic, Meggiorini (19′ st Stepinski). A disposizione: Semper, Caprile, Piazon, Pucciarelli, Cesar, Kiyine, Rossettini, Grubac, Vignato. Allenatore: Di Carlo

ARBITRO: La Penna di Roma.

MARCATORI: 31′ st Belotti (T), 47′ st Rincon (T), 48′ st Zaza (T).

NOTE: Ammoniti: Lukic (T); Diousse, Rigoni, Bani, Stepinski (C). Recupero: 2′ pt, 4′ st.