Due ex granata analizzano il momento no di Belotti - IL TORO SIAMO NOI
Due ex granata analizzano il momento no di Belotti - IL TORO SIAMO NOI
Due ex granata analizzano il momento no di Belotti - IL TORO SIAMO NOI
Due ex granata analizzano il momento no di Belotti - IL TORO SIAMO NOI
Due ex granata analizzano il momento no di Belotti - IL TORO SIAMO NOI

Due ex granata analizzano il momento no di Belotti


Roberto Galbiati:”Nel primo tempo il Torino ha giocato meglio, il secondo tempo è stato più combattuto, i cambi che ha fatto Pioli hanno aiutato a mettere in difficoltà il Torino. C’è una crisi in atto da parte di Belotti e Simeone? Gli attaccanti sono sempre in crisi quando non fanno gol ma sono due crisi differenti. Simeone tira in porta anche se non riesce a fare gol, Belotti non tira nemmeno in porta per questo reputo la crisi di Belotti più importante”.

Ezio Rossi:”Probabilmente si aspetta troppo da se stesso, credo che sia un ottimo giocatore, non è fuoriclasse, è il giocatore che tutti gli allenatori vorrebbero. Deve capire che una volta che fa quel lavoro sporco, può arrivare in doppia cifra, non ai livelli dei fuoriclasse, può essere importante, se ti aspetti troppo da lui o lui troppo da se stesso farà più fatica”, ha commentato l’ex mister granata.

“E’ un guerriero, un giocatore da Toro ma, secondo me, deve fare un passo indietro e rendersi conto sia lui e tutti quelli che lo hanno osannato quando ha fatto 26 gol. E’ un ragazzo intelligente e maturo, mi auguro che si renda conto di questa situazione e mi auguro che il contorno non si aspetti troppo da Belotti”.