Cairo:"Toro ambizioso ma i fatturati..." - IL TORO SIAMO NOI
Cairo:"Toro ambizioso ma i fatturati..." - IL TORO SIAMO NOI
Cairo:"Toro ambizioso ma i fatturati..." - IL TORO SIAMO NOI
Cairo:"Toro ambizioso ma i fatturati..." - IL TORO SIAMO NOI
Cairo:"Toro ambizioso ma i fatturati..." - IL TORO SIAMO NOI
Cairo:"Toro ambizioso ma i fatturati..." - IL TORO SIAMO NOI

Cairo:”Toro ambizioso ma i fatturati…”


Urbano Cairo è intervenuto alla Triennale in occasione di Milano Calcio City.

Queste le sue parole:“Abbiamo fatto una campagna acquisti importante non vendendo i giocatori che ci venivano richiesti, aggiungendo giocatori importanti come Zaza e Izzo e poi giovani come Meité. Abbiamo investito 52 milioni, il secondo bilancio del campionato dopo la Juventus. Da parte nostra c’è la volontà di fare qualcosa in più”.

“Torino è una piazza ambiziosa, con il palato fine e dal passato glorioso. Acquisti ne facciamo il più possibile, ma il fatto di fare le stesse cose di chi ha anche tre, quattro e sette volte il fatturato, non è così facile”.

“Il Torino, dall’essere una squadra che fatturava 50 milioni è arrivata a fatturarne 100 con le plusvalenze, ma siamo lontanissimi dalla Juve, dall’Inter o dal Milan. Può riuscire di fare delle imprese straordinarie, ma non è così scontato“.

“Abbiamo preso un mister come Mazzarri che ha delle qualità notevolissime, attentissimo ai dettagli, ambizioso e grintoso. Ha ottenuto dei risultati importanti con Sampdoria e Napoli. È voglioso di fare molto bene. Queste cose ci fanno capire che l’ambizione c’è, poi nel calcio la scaramanzia è fondamentale”.