WM:”Voglio risposte da tutti i ragazzi”


Mazzarri in conferenza stampa presenta Roma-Toro.

“Affrontiamo i giallorossi nel nostro peggior momento. Sappiamo tutti quello che hanno fatto a Napoli. Sono curioso di vedere cosa saprà fare la mia squadra su un campo così complicato, e contro una squadra così forte. Eravamo proiettati al Crotone per avere delle risposte importanti dopo il bruttissimo primo tempo di Verona. Poi è successo quel che è successo. Ma le stesse risposte che volevo allora le voglio anche oggi”.

Come interpreterà la partita il Torino? “Ci sono più aspetti da tenere in considerazione. Abbiamo la possibilità di fare male se interpretiamo al meglio certi movimenti. Credo che la prima cosa sia giocare in modo equilibrato, stando compatti. Altrimenti a Napoli si è visto cosa sono in grado di fare”.

Ljajic ha i novanta minuti nelle gambe? “Non gioca titolare da tanto. Finché non scenderà in campo dall’inizio non si potrà avere la certezza su questo aspetto. In questo momento si sta allenando bene come tutti gli altri”.

Sull’emergenza in difesa: “La squalifica di Burdisso è stata portata a questa gara, e non abbiamo recuperato nessun giocatore. Bisognerà essere bravi con centrocampo e attacco a non concedere spazi alla Roma, che ha doti tecniche e qualità particolari. Non dobbiamo farli prendere coraggio”.

Come sta Niang, dopo la frattura al naso? “Ieri ha provato la mascherina e ha fatto qualcosa di atletico. Oggi vedremo come reagisce con la mascherina. Ha avuto meno giorni rispetto a De Silvestri per abituarsi, anche se l’infortunio è stato praticamente lo stesso”.

Ci si può aspettare Baselli a centrocampo domani? “Lo vedrete domani. Oggi devo fare ancora una verifica in merito”.

Come sta Belotti? “E’ supermotivato come tutti. Voglio vedere risposte da lui ma da tutti. Voglio un Torino tosto, quadrato, che dia fastidio a tutti, anche alle grandi. Belotti rientra anche lui in questo discorso”.

COMMENTA L'ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.