Il Toro di Mazzarri non fa meglio di quello di Mihajlovic


Il Torino non riesce ad andare oltre lo 0-0 contro la Spal e perde ancora una volta la possibilità di portarsi in zona Europa League. Molti i rimpianti per la squadra di Mazzarri.

Il Torino continua a restare in corsa per la prossima competizione europea, ma la sensazione è negativa in casa granata. I continui pareggi e i tanti 0-0 stanno infatti sempre più deludendo i tifosi che si aspettano invece di vedere un Toro arrembante e grinta, tratti che contraddistinguono (o che dovrebbero contraddistinguere) i granata.

L’anno scorso Sinisa Mihajlovic, che proponeva un gioco offensivo, venne duramente criticato per i continui pareggi e le prestazioni altalenanti. Basti pensare che nel 2017, il serbo conquistò ben 20 pareggi nell’anno solare. Un record per i granata che non può dirsi certamente positivo.

Eppure, Mazzarri sta anche facendo peggio del tecnico del Bologna. A partire da agosto, il tecnico livornese ha infatti conquistato ben 10 pareggi su 22 giornate. Anche la Fiorentina ne ha fatti 10, ma la sensazione che si ha è ben diversa. I Viola infatti hanno battuto 7-1 la Roma in casa in Coppa Italia e mostrano al proprio pubblico prestazioni convincenti e piene di occasioni da gol. Il Torino mostra per la maggior parte delle volte un gioco noioso e poco propositivo. Non è un caso che la squadra di Mazzarri abbia il record di pareggi a reti inviolate in Serie A. Con il pareggio della Spal, il Toro è infatti l’unica squadra ad aver ottenuto 4 pareggi per 0-0 (Atalanta-Torino, Cagliari-Torino, Milan-Torino, Spal-Torino). Il dato dimostra quindi non solo una penuria di gol, ma anche una mancanza di gioco e di idee in attacco e a centrocampo. Chissà se la situazione si sbloccherà in futuro, ma pare difficile, soprattuto se si conta il fatto che nel mercato invernale il Toro avrebbe potuto smuovere le acque, cosa che non è stata fatta. A quanto pare in casa granata nessuno si annoia.


loading...

COMMENTA L'ARTICOLO