Toro 1-0 Genoa: la risolve Radonjic con una prodezza - IL TORO SIAMO NOI
Toro 1-0 Genoa: la risolve Radonjic con una prodezza - IL TORO SIAMO NOI
Toro 1-0 Genoa: la risolve Radonjic con una prodezza - IL TORO SIAMO NOI
Toro 1-0 Genoa: la risolve Radonjic con una prodezza - IL TORO SIAMO NOI
Toro 1-0 Genoa: la risolve Radonjic con una prodezza - IL TORO SIAMO NOI
Toro 1-0 Genoa: la risolve Radonjic con una prodezza - IL TORO SIAMO NOI

Toro 1-0 Genoa: la risolve Radonjic con una prodezza

L’Olimpico-Grande Torino si aspettava di esultare per la prima rete granata di Duvan Zapata, schierato subito tra i titolari da Juric, invece l’eroe è serbo: Nemanja Radonjic risolve Torino-Genoa con una sassata che non lascia scampo a Martinez, firmando l’1-0 e il primo successo stagionale dei granata al 94′. La partita era stata bloccata e povera di occasioni fino alla rete del Toro, che scavalca il Grifone e sale a quota quattro. 

Juric lancia subito nella mischia Zapata e premia dal primo minuto Linetty e Tameze. Gilardino continua con l’albero di Natale di ancelottiana memoria affidandosi a Malinovskyi e Gudmundsson alle spalle di Retegui. Le squadre si dimostrano ben organizzate, anche se sono i granata a farsi preferire, con il Genoa di Gilardino che bada al sodo cercando la ripartenza giusta con i guizzi del solito Gudmundsson, non supportato al meglio però da un Malinovskyi appannato. Zapata fatica a fronteggiare la porta e allora deve provarci Linetty dalla distanza; palla alta. Il Genoa è troppo basso e per questo Retegui prova una conclusione da distanza considerevole, con Milinkovic-Savic che blocca. Difese solide, ed è di Ricci l’ennesimo tentativo da fuori area, che non crea grattacapi a Martinez. E il primo tempo scivola via su un inevitabile 0-0. Svetta Pellegri su un buon cross dalla sinistra di Rodriguez, ma la sfera finisce fuori.


Nella ripresa le squadre provano a essere un po’ più intraprendenti ma gli spazi latitano per concretizzare dei veri e propri attacchi pericolosi. Anche la punizione di Rodriguez, altissima, rappresenta la scarsa spettacolarità della partita. Gilardino inizia la girandola dei cambi togliendo due ammoniti come Strootman e il deludente Malinovskyi per Kutlu e Thorsby. Juric ne cambia invece tre ridisegnando tutto l’attacco dopo il problema fisico di Vlasic, inserendo Pellegri, Radonjic e Seck ma la gara resta inchiodata sullo 0-0. Il match resta brutto e cattivo, con gialli da una parte e dall’altra. Il Torino ci prova almeno su qualche calcio piazzato ma senza sfruttare mai a dovere le occasioni. I padroni di casa accennano un timido tentativo di forcing nel finale ma senza impensierire troppo la difesa genoana. Tocca allora a Radonjic inventare il gol della settimana. Dribbling secco su Hefti da parte del numero 10 e palla all’incrocio. Il popolo granata può festeggiare.

Scopri di più da IL TORO SIAMO NOI

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading