Bava:"Presi Adopo per 150 mila euro".L'agente:"Parliamo del rinnovo" - IL TORO SIAMO NOI
Bava:"Presi Adopo per 150 mila euro".L'agente:"Parliamo del rinnovo" - IL TORO SIAMO NOI
Bava:"Presi Adopo per 150 mila euro".L'agente:"Parliamo del rinnovo" - IL TORO SIAMO NOI
Bava:"Presi Adopo per 150 mila euro".L'agente:"Parliamo del rinnovo" - IL TORO SIAMO NOI
Bava:"Presi Adopo per 150 mila euro".L'agente:"Parliamo del rinnovo" - IL TORO SIAMO NOI

Bava:”Presi Adopo per 150 mila euro”.L’agente:”Parliamo del rinnovo”

Massimo Bava su Tuttosport ricorda come prese Adopo.

FuLui lo scopritore di Adopo, autore del gol che ha permesso alla squadra di Juric di eliminare il Milan e approdare ai quarti di Coppa Italia. Per prenderlo, Bava versò 150mila euro al club francese Torcy. “Mi bastò vederlo in due allenamenti per metterlo sotto contratto. Ai suoi agenti dissi: questo è proprio forte, non si muove da qui. Parlai con Cairo e decidemmo di blindarlo per 5 anni”. Il contratto di Adopo con il Torino scadrà il 30 giugno, sono in corso discorsi per il rinnovo però al momento nessuna fumata bianca.

Yvan Le Mée, procuratore di Adopo, eroe del Torino a San Siro :”Il gol al Milan è stato una ricompensa per lui, perché è un vero professionista. Guarda tutte le partite ed è sempre concentrato sul calcio”. Esordisce così Yvan Le Mée, procuratore calcistico, agente anche di Michel Adopo del Torino, ai microfoni di gianlucadimarzio.com.

Le Mée non nasconde anche un certo orgoglio per la serata da sogno vissuta da Adopo a San Siro: “Adopo ha lavorato tanto per arrivare a questo livello e a questa serata. La sua è una bella storia di calcio. E’ un vero professionista, ha grande determinazione, parla italiano benissimo ma soprattutto gli piace il calcio italiano. Non passa tutto il giorno sui videogiochi, ma piuttosto guarda le partite. E’ sempre concentratissimo sul calcio, per me è un orgoglio essere procuratore di un giocatore così”.

Sul percorso fatto con il Torino quest’anno: “Juric l’ha provato quest’estate, ha fatto una bellissima partita contro il Nizza, poi ha lavorato con la squadra facendo qualche spezzone. Durante il Mondiale ha giocato tutte le amichevoli invernali e ha fatto bene, quindi penso che Juric abbia grande fiducia in lui. Anche perché lui ha un fisico incredibile, come piace a Juric. Sa come si gioca in un sistema italiano ed è un giocatore utile, perché è diverso da tutti gli altri centrocampista della rosa. La sua struttura fisica lo rende davvero interessante, ha anche una qualità tecnica importante”.

Parlando di rinnovo, ci sono tutte le intenzioni di continuare al Torino, ma con una condizione importante: “Parliamo con il Torino da qualche mese. Ci troviamo molto bene qui, i rapporti con l’allenatore e con la società sono bellissimi. L’intenzione è di andare avanti insieme, ma vorremmo anche la certezza che Michel possa avere spazio, perché è fondamentale per un giovane per raggiungere il massimo livello. Lui è classe 2000 come Kalulu, che gioca per l’U21 della Francia. Il suo sogno sarebbe arrivare a giocare con l’U21, dove il livello è altissimo”.

COMMENTA L'ARTICOLO