Martin Vazquez:”Mondonico mi fece sentire parte di una grande famiglia”


Martin Vazquez,campione del Toro di Mondonico,ha commentato a TMW la notizia della scomparsa del mister.

Prima di tutto ci tengo a mandare un forte abbraccio alla famiglia di Mondonico e a tutti i tifosi del Torino. So bene che il mister non sarà dimenticato, non solo per i suoi ottimi risultati sul campo, ma per il suo carisma e per la sua genuinità. Era una persona speciale”.
“Ieri ho parlato con Parretti, il nostro preparatore al Torino. Mi ha detto che le condizioni di Mondonico stavano peggiorando in maniera grave. Poi stamattina mi è arrivata la triste notizia, mi dispiace davvero tanto”.
“Conservo tantissimi ricordi di quella avventura. Io e Mondonico abbiamo vissuto di tutto in quei due anni insieme: momenti buoni e momenti meno buoni. Vincemmo la Coppa Mitropa e giocammo la finale di Coppa UEFA contro l’Ajax, il nostro era davvero un grande Torino”.
“Eravamo una famiglia, tutti uniti, giocatori e staff tecnico. Tra noi c’è sempre stato massimo rispetto. E l’ambiente intorno alla squadra, con la travolgente passione dei tifosi, era davvero incredibile”.
“Ho imparato tanto con lui. Mondonico preparava le partite in modo maniacale e trasmetteva a tutta la squadra la sua immensa voglia di vivere. Era la prima volta che giocavo lontano da casa, in un altro campionato e in un altro Paese, e il Mondo fu decisivo coi suoi consigli. Mi fece subito sentire parte di una grande realtà e per questo porterò sempre un bel ricordo di lui dentro di me”.

COMMENTA L'ARTICOLO