Inchiesta Prisma,intercettato Percassi:"Viene fuori che ho fatto falso in bilancio" - IL TORO SIAMO NOI
Inchiesta Prisma,intercettato Percassi:"Viene fuori che ho fatto falso in bilancio" - IL TORO SIAMO NOI
Inchiesta Prisma,intercettato Percassi:"Viene fuori che ho fatto falso in bilancio" - IL TORO SIAMO NOI
Inchiesta Prisma,intercettato Percassi:"Viene fuori che ho fatto falso in bilancio" - IL TORO SIAMO NOI
Inchiesta Prisma,intercettato Percassi:"Viene fuori che ho fatto falso in bilancio" - IL TORO SIAMO NOI

Inchiesta Prisma,intercettato Percassi:”Viene fuori che ho fatto falso in bilancio”

Plusvalenze Juve, Percassi: «Se tiro fuori quella carta viene fuori che ho fatto falso in bilancio»

Nell’inchiesta sulle plusvalenze della Juventus potrebbero essere coinvolti altri club, come Atalanta e Genoa, ovvero società con cui la Juventus ha fatto affari.

Su Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport alcune intercettazioni che riguardano l’ex presidente della Juventus, Andrea Agnelli e l’amministratore delegato dell’Atalanta, Luca Percassi. Si parla di trattative di mercato. Dalle intercettazioni sembra emergere che alcune operazioni di mercato venivano portate avanti sotto traccia.

Agnelli dice a Percassi:

«Su un numero di elementi che abbiamo, io in questo momento devo stare fermo perché abbiamo Consob, Guardia di Finanza e qualsiasi cosa che ci stan guardando (…) su gli ultimi due anni. Allora io vorrei chiudere questa roba qua e poi tornare a mettere a posto, consapevole di quello che abbiamo, le varie situazioni».

Più avanti Percassi accenna anche all’esistenza di una lettera relativa all’affare Romero, passato dall’Atalanta al Tottenham dopo essere stato ceduto dalla Juve all’Atalanta:

«Io quella lettera lì non potrò mai tirarla fuori, perché dovessimo andare in giudizio viene fuori che ho fatto falso
in bilancio».

Dalle intercettazioni emergono «partnership» con altre società non esattamente trasparenti. Negli atti vengono citate Sampdoria, Atalanta, Sassuolo, Empoli e Udinese, oltre a squadre delle serie inferiori e straniere.

Al telefono con il direttore generale del Pisa, Giovanni Corrado, l’ex capo dell’area tecnica della Juventus, Fabio Paratici, parla del giovane Lucca.

«L’ho sempre fatto, l’ho fatto con Caldara (…) l’operazione devi farmela fare a me! Dammi retta, l’operazione la faccio io anche per il Pisa! Tu devi darmi solo le linee, il resto lo metto a posto io. L’ho fatto per il Genoa tutta la vita, l’ho fatto per l’Atalanta tutta la vita, l’ho fatto per il Sassuolo tutta la vita (…) Quando io ho i parametri dopo sistemo tutto (…)».

Nei giorni scorsi i quotidiani raccontavano che sono in corso delle indagini su un debito fuori bilancio della Juventus verso l’Atalanta. Si tratterebbe di una cifra tra i 6 e i 7 milioni maturati nell’ambito delle acquisizioni e cessioni di Kulusevsky, Romero e Demiral. Vi fa riferimento l’amministratore delegato della Juventus, Arrivabene, in un’intercettazione agli atti dell’inchiesta.

In un’intercettazione Arrivabene ammettere: «Sappiamo cosa gli dobbiamo all’Atalanta».

COMMENTA L'ARTICOLO