Il Toro è vicino a tesserare Dovbyk.La conferma dell'agente - IL TORO SIAMO NOI
Il Toro è vicino a tesserare Dovbyk.La conferma dell'agente - IL TORO SIAMO NOI
Il Toro è vicino a tesserare Dovbyk.La conferma dell'agente - IL TORO SIAMO NOI
Il Toro è vicino a tesserare Dovbyk.La conferma dell'agente - IL TORO SIAMO NOI
Il Toro è vicino a tesserare Dovbyk.La conferma dell'agente - IL TORO SIAMO NOI

Il Toro è vicino a tesserare Dovbyk.La conferma dell’agente

Artem Dovbyk al Torino.Reduce da una stagione esaltante con la maglia del Dnbipro, il centravanti della Nazionale Ucraina sarebbe in prima linea per sostituire il ‘Gallo’ nell’attacco di Ivan Juric. Ben quattordici i gol e cinque gli assist in diciotto partire, fino a quando il campionato non è stato sospeso per l’insorgere della guerra contro la Russia. Secondo quanto appreso da AreaNapoli.it, il calciatore è già stato in città nelle scorse settimane, raggiungendo un accordo personale con la dirigenza granata. ‘Bloccato’ dal direttore sportivo Davide Vagnati, si attendono sviluppi su un suo possibile tesseramento: Dovbyk potrebbe essere il primo rinforzo del nuovo Toro.

L’agente di Dovbyk, Alexei Lyundovsky ha dichiarato:”L’allenatore croato Ivan Juric, alla guida del Torino, è costantemente in contatto con il connazionale Igor Jovicevich, allenatore del Dnipro. È ancora presto per parlare di questo trasferimento come avvenuto, ma posso dire che il trasferimento è in una fase avanzata. Inoltre, altri club italiani e inglesi hanno mostrato interesse per Artem. Il suo desiderio è quello di giocare in uno dei massimi campionati europei. Il suo entourage sta lavorando su questo insieme al Dnipro”.

A proposito di contratti, c’è da registrare che quello di Dovbyk con il Dnipro scadrà nel 2023 (e non 2024, come riportato da alcune testate): un aspetto, questo, che avrebbe reso meno ardua la negoziazione per il suo cartellino. Mancherebbe ancora qualche dettaglio per la conclusione dell’affare, ma siamo sulla buona strada. 

In passato, il bomber ucraino è stato monitorato da altre squadre italiane, come Napoli e Fiorentina, ma anche da club belgi (Anderlecht) e tedeschi (Stoccarda ed Augsburg, dove ha rifiutato di giocare a gennaio).

La richiesta del club ucraino è di 12 milioni di euro.

Cairo e Vagnati ci stanno lavorando, ma sono presi da varie trattative, comprese quelle relative alle potenziali permanenze di Rolando MandragoraDennis Praet.

Fonte areanapoli.it