I numeri della stagione: il Toro di Juric applica il pressing più efficace d'Europa - IL TORO SIAMO NOI
I numeri della stagione: il Toro di Juric applica il pressing più efficace d'Europa - IL TORO SIAMO NOI
I numeri della stagione: il Toro di Juric applica il pressing più efficace d'Europa - IL TORO SIAMO NOI
I numeri della stagione: il Toro di Juric applica il pressing più efficace d'Europa - IL TORO SIAMO NOI
I numeri della stagione: il Toro di Juric applica il pressing più efficace d'Europa - IL TORO SIAMO NOI

I numeri della stagione: il Toro di Juric applica il pressing più efficace d’Europa



È di Torino e Verona il pressing più efficace d’Europa: il nuovo parametro incorona Juric.
L’indice che calcola la “distruzione” delle azioni avversarie è stato ideato da Antonio Gagliardi, match analyst della Nazionale. Rende più precisa la valutazione della bontà della fase di non possesso. Le due italiane precedono Colonia, Celta Vigo e Liverpool. In Serie A terza l’Atalanta.

Torino e Verona possono consolarsi con un dato che le colloca ai primi due posti in Europa. Sono le due squadre che sanno pressare come nessun’altro gli avversari. Anzi, stando al nuovo parametro che incorona la loro fase di non possesso, sono le formazioni che meglio “distruggono la costruzione avversaria”, perché con i loro movimenti spingono i difensori dell’altra squadra ad affrettare i passaggi e, spesso, a sbagliarli. In questa speciale classifica precedono i tedeschi del Colonia, gli spagnoli del Celta Vigo e il Liverpool di Jurgen Klopp. Ottava l’Atalanta di Gasperini, che di Ivan Juric – attuale tecnico del Torino ed ex del Verona – è stato maestro e fonte d’ispirazione.

Il nuovo parametro

Finora l’efficacia del pressing è stata misurata attraverso il Ppda (passes per defensive action), numero che nasce dal rapporto tra i passaggi effettuati dalla squadra avversaria nella propria metà campo e i tentativi di intercetto (contrasti, palle rubate, falli). Su suggerimento di Antonio Gagliardi, match analyst della Nazionale, lo studio di Soccerment Analytics ha affiancato al vecchio parametro il Bdp (Buildup disruption percentage), che quantifica gli effetti dell’aggressività in relazione al numero di passaggi completati dagli avversari che cercano di uscire dal pressing. In sostanza, il nuovo parametro tiene conto del buon esito (o meno) dei passaggi effettuati, a differenza del modello classico.



Come si calcola l’indice di aggressività

Misurare il “coefficente di distruzione” è semplice e parte da un presupposto: se la squadra che pressa ha successo è perché l’altra sbaglia più passaggi del solito. Si calcola dunque il tasso di completamento dei passaggi della squadra durante la partita esaminata e lo si confronta con la media generale dei passaggi andati a buon fine nell’arco del campionato. La differenza tra queste due percentuali dice quanto sia “distruttiva” la fase di pressing. Un dato che, va detto, risente della presenza (o assenza) nella partita analizzata di difensori più o meno bravi a impostare in gioco, del loro stato di forma, del momento psicologico della squadra.

Bremer, Praet, Sanabria: i segreti del Toro

Con l’arrivo di Juric il Toro è la squadra che fa più falli tra i primi cinque campionati europei in fase di pressing: 17,8 di media a partita. Secondo l’Expected Point di Soccerment Analytics.

Numeri che si ottengono attraverso il lavoro e la programmazione ma che, ovviamente, non possono prescindere dalle performance dei singoli. Per il Defending Index del portale di analisi Bremer è il miglior difensore della Serie A. Sanabria è il settimo attaccante per occasioni da gol costruite e Praet è il sesto centrocampista del campionato italiano per partecipazione alla manovra offensiva.

La classifica della Serie A per Bdp 

Atalanta, Fiorentina, Milan: la Serie A all’attacco

Alle spalle di Torino e Verona si colloca l’Atalanta di Gasperini, che di Juric e Tudor è stato fonte d’ispirazione. Stando ai dati gli allievi hanno superato il maestro. Quinto per distruzione di azioni avversarie il Milan. Rossoneri preceduti dalla Fiorentina di Italiano, squadra che pressa anche con le mezze ali e che ama tenere la linea della difesa a ridosso di quella del centrocampo. Vlahovic, passato dai viola alla Juventus, avrà anche il compito di portare questa mentalità aggressiva ai bianconeri, solo undicesimi nella classifica delle squadre italiane più vogliose di riconquistare il pallone e andare a fare gol.