Praet rischia uno stop di 20 giorni - IL TORO SIAMO NOI
Praet rischia uno stop di 20 giorni - IL TORO SIAMO NOI
Praet rischia uno stop di 20 giorni - IL TORO SIAMO NOI
Praet rischia uno stop di 20 giorni - IL TORO SIAMO NOI
Praet rischia uno stop di 20 giorni - IL TORO SIAMO NOI

Praet rischia uno stop di 20 giorni

Non arrivano buone notizie in casa Torino in vista del prossimo match di campionato contro l’Udinese: la partita si giocherà lunedì sera alle 20.45, ma nonostante ci sia più tempo per recuperare la situazione non è assolutamente delle migliori, soprattutto relativamente alle condizioni di Dennis Praet e Antonio Sanabria.

Come accennato, le condizioni di Dennis Praet e Antonio Sanabria non sono delle migliori: entrambi rischiano seriamente di non essere a disposizione per la partita di lunedì contro l’Udinese, la situazione non è assolutamente positiva.

Praet si è fermato in ritiro con la propria nazionale, ma come spesso accaduto sul suo conto nelle ultime settimane, il problema fisico accusato è stato quasi sminuito. In settimana l’ex Sampdoria si è anche allenato in gruppo con il Belgio, ma dopo il ritorno in Italia si è scoperta la presenza di un vasto edema muscolare: una situazione più grave del previsto che potrebbe costringere il ragazzo addirittura a stare fuori per circa 20 giorni. Uno stop a dir poco importante che complicherebbe il cammino del Torino: Juric fa tanto affidamento su Praet per il ruolo di trequartista, ma adesso dovrà pensare a delle alternative (su tutte Linetty).

Fortunatamente che in attacco c’è Andrea Belotti, motivo per cui l’assenza di Sanabria non sarebbe poi una notizia così tragica. Il paraguaiano ha fatto però molto bene fin qui ed è per questa ragione che non averlo a disposizione, anche a gara in corso, potrebbe rappresentare un problema comunque non di poco conto. Anche lui si è fermato in nazionale, alle prese con un problema fisico che sembrava essere leggero ma che l’ha costretto a non andare neanche in panchina nell’ultimo impegno del Paraguay. Non si hanno grosse certezze sull’entità del problema che sarà valutato non appena il ragazzo rientrerà in Italia. Ad oggi la sua presenza per la partita con l’Udinese è in dubbio.