Napoli 1-0 Toro: i granata cadono nel finale

Il Napoli infila l’ottava. Otto vittorie in otto giornate e vetta riconquistata per gli azzurri, che battono a fatica 1-0 il Torino trascinati dal solito Osimhen dopo un nuovo errore dal dischetto di Lorenzo Insigne.

Spalletti sceglie Ospina in porta nonostante il ritorno in extremis dal Sudamerica, confermando lo stesso blocco vincente di inizio stagione e preferendo Politano a Lozano. Juric fa accomodare in panchina il rientrante Belotti, con Sanabria ‘9’ supportato da Linetty e Brekalo.

Pronti-via e i granata perdono Mandragora per un problema al ginocchio (dentro Kone), Osimhen accende la sfida mettendosi in proprio con un’azione personale conclusa da un tiro a lato di poco. Bremer di testa spaventa Ospina, poi Kone stende in area Di Lorenzo ed offre ad Insigne il rigore dell’1-0 che il capitano azzurro però spedisce tra le braccia di Milinkovic-Savic.

Spalletti applaude il suo 24 per rivitalizzarlo invitando il ‘Maradona’ a fare lo stesso, intanto Brekalo impegna Ospina e in chiusura di tempo il croato si divora un 3 contro uno in ripartenza calciando sul fondo.

Il Napoli in avvio di ripresa trova il goal dell’1-0 di testa con Di Lorenzo su punizione di Mario Rui, ma l’arbitro Sacchi dopo consulto con la VAR annulla per fuorigioco del terzino. Il neo entrato Lozano scheggia il palo con un diagonale in velocità, poi è ancora Brekalo a sciupare per il Torino sparando alto su cross di Singo.

La girandola di cambi offre il ritorno in campo di Belotti e Mertens, ma a sbloccarla è il solito Osimhen in stato di grazia: azione da Playstation nell’area del Toro, un rimpallo addosso ad Elmas fa carambolare la sfera in cielo dove il nigeriano svetta per inzuccare e fare 1-0.

Nel finale il nervosismo la fa da padrone, le occasioni scarseggiano e il Napoli mantiene il vantaggio minimo: Toro ko a testa alta, gli azzurri si riprendono il primato.