Toro: la solita ripartenza tra mille incognite

Juric ha come sistema di gioco il 3-4-2-1 per cui ha bisogno di due trequartisti di ruolo, per evitare di dover adattare calciatori che hanno caratteristiche più da esterni d’attacco, uomini di fascia che corrano su e giù rifornendo anche di cross la punta, centrocampisti in grado di fare le due fasi, offensiva e difensiva, e una difesa solida. A oggi  a parte i prolungamenti di contratto a Milinkovic-Savic e Ansaldi e l’acquisto, prestito con obbligo di riscatto, di Berisha non è stato fatto nulla in entrata e in uscita gli addii di NkoulouUjkaniDamascanFerigra e Procopio,  per fine contratto, il riscatto da parte dell’Elche di Boyé e i ritorni alla base di BonazzoliMurru e Gojak, che non sono stato riscattati. Decisamente troppo.

Costringere Juric a dover impostare la preparazione estiva senza certezze su chi poi avrà a disposizione durante la stagione lascia a dir poco perplessi tutti, ma forse non preoccupa il presidente Cairo e il direttore tecnico Vagnati. Chissà che cosa starà pensando Ivan Juric?