Serie A: tutti verdetti,la classifica finale

Un altro campionato di Serie A va in archivio. Lo fa al termine della 38esima giornata, che ha portato a grandi delusioni, ma anche a grosse sorprese. Alcuni verdetti erano già ufficiali da tempo, ma diversi sono divenuti effettivi dopo il 90′ del turno finale.

SCUDETTO: INTER

Dopo undici anni, la squadra nerazzurra si è laureata Campione d’Italia. Un successo arrivato a inizio maggio, ma festeggiato con la Coppa solamente al 38esimo turno in seguito alla goleada di San Siro contro l’Udinese. I meneghini giocheranno così anche la Supercoppa Italiana contro la Juventus, vincitrice della Coppa Italia.

QUALIFICATE IN CHAMPIONS LEAGUE: INTER, ATALANTA, MILAN E JUVENTUS

Oltre all’Inter, ovviamente in Champions visto lo Scudetto vinto, giocheranno la massima competizione continentale anche Atalanta, Milan e Napoli. La Dea è stata la seconda squadra a trovare la qualificazione, mentre rossoneri e azzurri hanno dovuto aspettare l’ultimo turno.

Il Milan ha battuto l’Atalanta grazie al rigore di Kessie volando in Champions dopo anni, mentre la Juventus ha surclassato il Bologna riuscendo ad ottenere il quarto posto finale alle spalle delle altre qualificate in Champions.

QUALIFICATE IN EUROPA LEAGUE: NAPOLI E LAZIO

Sembrava la favorita per accedere alla Champions visto il turno interno contro il Verona. Invece il Napoli di Gattuso giocherà l’Europa League in virtù del pari contro il team Juric che porta gli azzurri al quinto posto dietro Juventus, Atalanta, Milan e Inter.

La Lazio ha lottato per la Champions a lungo, ma alla fine ha dovuto accontentarsi del sesto posto e dell’Europa League. Biancocelesti nuovamente nella seconda competizione per importanza dopo aver giocato gli ottavi del massimo torneo nel 2020/2021.

QUALIFICATA IN CONFERENCE LEAGUE: ROMA

Due squadre in lotta per la nuova competizione, per il settimo posto. Sassuolo e Roma fino agli ultimi minuti della 38esima giornata. I giallorossi arrivano a pari punti con i neroverdi (la squadra di Fonseca ha pareggiato in rimonta contro lo Spezia, quella di De Zerbi ha superato la Lazio), ma chiudono al settimo posto grazie alla miglior differenza reti.

Mourinho allenerà dunque la Roma in Conference League, per provare a vincere anche tale competizione dopo Champions ed Europa League.

RETROCESSE: BENEVENTO, CROTONE, PARMA

Una delle più grande sorprese del torneo, in negativo per i diretti interessati, è stata la retrocessione del Benevento, considerando l’ottima posizione in classifica a metà campionato. La rinascita del Cagliari e i risultati negativi hanno però riportato i campani in Serie B.

Retrocedono anche Crotone e Parma: i calabresi sono stati i primi ad essere ufficialmente in B, ma hanno chiuso il campionato sopra i gialloblù, devastati dagli infortuni durante tutta l’annata e nuovamente nella cadetteria dopo diversi anni.

SERIE A, 2020/2021: LA CLASSIFICA FINALE

  1. Inter, 91 punti (Scudetto e qualificazione in Champions)
  2. Milan, 79 (qualificata in Champions)
  3. Atalanta, 78 (qualificata in Champions)
  4. Juventus, 78 (qualificata in Champions)
  5. Napoli, 77 (qualificata in Europa League)
  6. Lazio, 68 ( qualificata in Europa League)
  7. Roma, 62 (qualificata in Conference League)
  8. Sassuolo, 62
  9. Sampdoria, 52
  10. Verona, 45
  11. Genoa, 42
  12. Bologna, 41
  13. Spezia, 41
  14. Fiorentina, 40
  15. Udinese, 40
  16. Cagliari, 37
  17. Torino, 37
  18. Benevento, 33 (retrocessa in B)
  19. Crotone, 23 (retrocessa in B)
  20. Parma, 20 (retrocessa in B)