Novità Coppa Italia: dalla prossima stagione al via con il nuovo formato

Dalla prossima stagione cambierà il format della Coppa Italia. Nel corso di un Consiglio di Lega che si è svolto ieri, infatti, è stato deciso di modificare la formula del torneo.

Come cambia il torneo

Nel dettaglio, la nuova nuova formula della Coppa Italia prevederà solo 40 squadre partecipanti (20 di A e 20 di B), con inizio fissato per il prossimo 15 agosto, data in cui scenderanno in campo subito 12 squadre di Serie A.

L’obiettivo, secondo quanto appreso, è quello di avere una migliore razionalizzazione e spalmatura degli impegni (considerando che se le 12 di Serie A iniziano a giocare già ad agosto, invece che a novembre, si libera spazio all’interno del calendario), oltre che valorizzare il torneo e creare da subito sfide che siano appetibili per le televisioni.

Fino alla stagione in corso (2020/21), le squadre partecipanti alla Coppa Italia erano complessivamente 78: 9 dalla Serie D, 29 dalla Lega Pro, 20 dalla Serie B e 20 dalla Serie A.

Le squadre della Serie D e 27 della Lega Pro, nel format attuale, entravano nel torneo nel primo turno eliminatorio: poi toccava alle ultime due squadre di Lega Pro e alle 20 di Serie B (secondo turno eliminatorio), a 12 squadre di Serie A (terzo turno eliminatorio) e, infine, alle otto big della Serie A (negli ottavi).

Per quanto riguarda le altre decisioni prese nel corso del Consiglio di Lega, la Serie A chiederà alla Figc di modificare il format anche del campionato Primavera 1 TIM, salendo a 18 squadre dalle attuali 16. 

La nuova formula non è piaciuta a molti e soprattutto ai tifosi che si sono scatenati sui social: “Che vergogna! Scusate, ma Serie A  e Figc e compagnia bella e compagnia bella non erate quelli contrari alla Superlega per il cosiddetto ‘bene del calcio’?”. “Difficile peggiorare questa competizione, ed invece ci sono riusciti”. “Il calcio è della gente . Mi sembra proprio di no”. Questi alcuni commenti in tendenza contro i cambiamenti della Coppa.