Gds: spiegato il no ai fondi in Serie A di Agnelli,non arricchivano la Juve

“Ecco perché Agnelli ha detto no ai fondi in Serie A”, titola La Gazzetta dello Sport oggi in edicola. Ieri la Superlega è uscita allo scoperto ma già a novembre qualcosa non tornava, quando Agnelli e la Juventus si erano staccati dal coro unanime che aveva accolto l’idea dell’ingresso dei fondi nella Lega di A, con il conseguente arrivo di flussi economici importanti che avrebbero dato respiro a tutti quanti.

Poi la lettera di sfiducia a Dal Pino dei giorni scorsi: nell’accordo con i fondi c’era anche che i club per dieci anni non avrebbero dovuto appoggiare nuove manifestazioni come la Superlega.

Il dietrofront di Agnelli è presto spiegato: la Superlega aiuterebbe gli interessi economici della Juventus più che quelli comuni della Serie A. Un torneo parallelo tra le big porterebbe soldi solo nelle casse dei pochi club presenti.