Diritti TV: Cairo cambia idea, è pronto a dire si

Oggi è il grande giorno del voto sui diritti televisivi per il triennio 2021-24. E – secondo quanto riportato da repubblica.it – sembra a un passo l’assegnazione a Dazn con la collaborazione di Tim. La battaglia guidata da LotitoAgnelliDe Laurentiis Marotta sta per andare a buon fine e un passaggio cruciale c’è stato oggi quando il fronte del sì ha accolto anche Cairo e Fenucci . Sono così 13 i club disposti a dare l’ok all’offerta di Dazn (con distribuzione di Tim Vision) da 840 milioni all’anno per tutte e 10 le partite, con 7 in esclusiva e 3 in co esclusiva. Il quattordicesimo voto favorevole potrebbe arrivare dalla Roma, disposta al cambio di fronte dopo una telefonata nella giornata di lunedì tra Agnelli e Friedkin.

SKY – Nonostante il bersaglio principale sia diretto sulla via di Dazn, potrebbe comunque essere coinvolto anche Sky. Strategicamente la Serie A non vuole perdere la collaborazione con un partner che da 18 anni ha sempre trasmesso una fetta importante del campionato italiano, con un fatturato da oltre 18 miliardi di dollari nel 2020. Sky – dalla cui parte ha ancora Benevento, Spezia, Crotone, Sassuolo, Genoa e Sampdoria – potrebbe ottenere le 3 partite per giornata in co-esclusiva. In questo modo non uscirebbe completamente di scena, anche se la parte del leone spetterebbe comunque a Dazn.