Caso tamponi,direttore Asl:”Mai autorizzato Immobile a giocare a Torino”

Il caso Lazio-tamponi si arricchisce quotidianamente di nuovi particolari. L’ultimo in ordine di tempo è stato riportato da La Gazzetta dello Sport, che ha intervistato il direttore della Asl Roma 1. La figura professionale è stata richiesta dalla stessa società biancoceleste per testimoniare in sede di processo, ma alle pagine della rosea il dottor Enrico Di Rosa ha dichiarato: “Io non ho mai autorizzato Immobile a partire per Torino. Non capisco come avrei potuto. La Lazio appartiene alla Asl Roma 4, io dirigo quella di Roma 1“. Il club presieduto da Lotito sottolinea come sia stato invece lo stesso Di Rosa a dare il via libera all’attaccante di Inzaghi.

Il direttore Enrico Di Rosa è un teste chiave. Lui, infatti, avrebbe dovuto testimoniare a favore della società biancoceleste. Stupisce, tuttavia, questo suo inaspettato dietrofront. Secondo il sito cittàceleste.it, sarebbe dovuto alle pressioni ricevute “proprio dall’autorità sanitaria perché avrebbe fatto di testa sua, senza nessuna autorizzazione della stessa, dando anche la propria disponibilità alla Lazio per la sua testimonianza in sede sportiva, tra l’altro già resa scritta al pm Chiné nella memoria difensiva.”

Se dovesse essere confermata la posizione, la Lazio perderebbe la testimonianza principale a proprio favore e, quindi, bisognerà studiare la linea difensiva.

COMMENTA L'ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.