Domani nuovo giro di tamponi.All’Asl l’ultima parola

Situazione in continua evoluzione in casa granata. Il Torino ha già saltato la sfida con il Sassuolo, dopo le varie positività al Covid riscontrate nel corso della settimana, ma l’ultimo giro di tamponi ha dato esito negativo. Giro di tamponi effettuato nella giornata di sabato, seguito da un’ulteriore sessione di test da condurre lunedì. L’esito dei test di domani arriverà solamente martedì, dopodiché, in base ai risultati ottenuti, il Torino otterrà o meno il via libera alla trasferta di campionato: sempre di martedì, infatti, la squadra di Nicola affronterà il Lazio nel turno infrasettimanale di Serie A.

Come riportato da Sky Sport, l’eventualità che il match contro i biancocelesti possa essere rimandato è tutt’altro che trascurabile. La partenza del Torino potrà essere stoppata dall’Asl competente, la quale ha la piena facoltà di impedire che la squadra esca dalla regione. Una simile scelta andrà valutata con delicatezza: dopo l’emersione dei vari casi Covid, la possibilità che il focolaio granata possa espandersi nel resto della Serie A va scongiurata con tutte le precauzioni del caso. Anche ipotizzando un altro rinvio nel calendario della squadra.




Il programma del Torino è già delineato. La squadra di Nicola attenderà i nuovi esiti dei tamponi prima della eventuale partenza di martedì, dopodiché si procederà con la valutazione del caso da parte dell’Asl. Nell’ipotesi in cui venga riscontrata anche una sola positività, la partita potrebbe essere rinviata a data da destinarsi: le tempistiche sono particolarmente ristrette, anche considerando che l’esito dei tamponi del Torino arriverà solamente qualche ora prima del viaggio dei granata sino a Roma.

La partita tra Torino e Sassuolo, inizialmente programmata per venerdì scorso, è già stata rimandata al 17 marzo: ben otto calciatori e un componente dello staff erano risultati positivi ai tamponi effettuati nella settimana giunta al termine. Per quanto riguarda Lazio-Torino, in calendario alle ore 18:30 di martedì 2 marzo, si dovrà attendere sino alla mattinata suddetta.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: