Il pensiero di un tifoso:”Senza se e senza ma”

C’è chi continua ad inveire più o meno platealmente come se niente fosse e quindi c’è chi ironizza su alcuni aspetti della personalità come ad esempio la sua proverbiale tirchieria…. e c’è chi ipocritamente, vuole fare lo “splendido” dichiarando umanamente tutto il proprio sostegno augurale, pur non dimenticando fatti e misfatti e che magari, poi, a soluzione avvenuta non aspetterà un solo attimo per riscagliare tutti i propri “vattene” condite con minacce “suine”.

Ecco, con tutta la perduta tranquillità e il difficile tentativo di usar equilibrio che l’attuale situazione imporrebbe, bisogna ancora constatare animi accesi e privi di ogni distinguo umano. E lo sono in quanto non riescono a non far dipendere l’ipocrita augurio da un distinguo più o meno veritiero ma certamente fuori luogo.

Bene, in questo momento, io credo, quindi, sia invece più giusto trattare l’attualità di questo evento che ha coinvolto il Presidente Cairo nella fattispecie della sua salute, con comportamenti di risposta che sappiano riconoscere importanze differenti. Per cui non si dovrebbe avere nessuna remora a sostenere i giusti auguri senza se e senza ma.

COMMENTA L'ARTICOLO