Torreira si allontana,il Toro puo trovare l’alternativa in Serie A

Il Torino vuole acquistare a tutti i costi un regista. L’indicazione del neo allenatore Marco Giampaolo è stata chiara: manca in mezzo al campo un giocatore che sappia impostare, che detti i tempi della manovra e che allo stesso tempo sia prezioso in fase di copertura: lo si è notato anche nella trasferta persa sul campo della Fiorentina. La richiesta alla società è da tempo piuttosto scontata e risponde al nome di Lucas Torreira, il mediano uruguaiano classe 1996 che lo stesso Giampaolo conosce bene avendolo allenato quando sedeva sulla panchina della Sampdoria e che ora rivorrebbe con sé in Piemonte. La dirigenza granata vorrebbe puntare sulla volontà del diretto interessato di tornare agli ordini del suo vecchio allenatore per abbassare le pretese economiche dell’Arsenal.

L’offerta del Torino per Torreira è per un prestito oneroso di un anno, rinnovabile nella stagione successiva, e diritto di riscatto nel 2022 a cifre ancora da stabilire ma presumibilmente tra i 18 e i 20 milioni di euro, inferiori dunque rispetto alla richiesta di 25 degli inglesi. Si è inserita qualche giorno fa anche la Fiorentina, ma nelle ultime ore c’è da registrare anche il sondaggio del Milan. Da capire se si tratta di una semplice chiacchierata o manovra di disturbo o se a breve tutto ciò possa trasformarsi in qualcosa di concreto sotto forma di offerta ufficiale all’Arsenal.

Considerate le difficoltà per arrivare a Torreira, il Torino sta considerando delle alternative anche interne al nostro campionato. E l’ultimo nome balzato in mente alla dirigenza granata sarebbe quello di Lasse Schone del Genoa. L’anno scorso non ha reso al massimo delle sue possibilità, alla sua prima esperienza italiana. In questo campionato ha perso un po’ di appetibilità e anche considerazione nelle gerarchie di Maran, che lo ha escluso nell’esordio con il Crotone pur confermando la possibilità di vederlo in mediana in coppia con il neo arrivato Badelj. A Torino, però, sarebbe un titolare quasi certo e anche tiratore di punizioni: aspetto da non sottovalutare.

COMMENTA L'ARTICOLO