Toro-Fiorentina: la pagella granata


Sirigu 7:Al 60′ alla voce tiri in porta della Fiorentina campeggia uno ‘zero’ eloquente. La prima parata è un miracolo su Chiesa da pochi passi, si ripete su Sottil nel finale

Izzo 5.5:Parte la volata per un posto agli Europei e la sua prestazione nel primo tempo è un chiaro segnale ai vari Romagnoli e Mancini. Cala nella ripresa e soffre troppo Chiesa

Nkoulou 6.5:Malumore di inizio stagione ormai alle spalle. Prestazione solida

Bremer 7:Sempre più convincente. Mazzarri difficilmente ne farà a meno al ritorno di Lyanco tra i disponibili

De Silvestri sv (pt. 12′ Ola Aina 6.5 Dà il via alla ripartenza del 2-0 con una grande progressione)

Baselli 6:Mette ordine alla manovra granata

Rincon 6.5:Solito contributo incredibile in termini di km percorsi. Se il Torino vince il duello a centrocampo, gran parte del merito è il suo

Ansaldi 7.5:Mezzala o quinto di centrocampo, poco cambia. E’ probabilmente il giocatore più forte in campo per questo Torino e il suo assist per Zaza dopo un dribbling secco e il gol per il raddoppio ne sono la dimostrazione. Poco importa se nel finale si perde Caceres che riapre una partita decisa da lui. L’ultimo errore gli costa l’otto in pagella

Verdi 6.5:Ottima prova. Ispira ogni azione pericolosa e l’abbraccio con Mazzarri è esplicativo (76′ Laxalt sv)

Berenguer 5.5:Meno ispirato del solito. Rimedia con un gran lavoro in fase difensiva (58′ Meitè 6 Entra bene in partita)

Zaza 7:Dopo due tentativi falliti, la terza occasione è quella buona per tornare al gol dopo due mesi e per non far rimpiangere Belotti.


COMMENTA L'ARTICOLO