Ultime ore di mercato: la situazione in casa granata


Bava lavora intensamente nelle ultime ore di sessione: ci proverà fino all’ultimo per Simone Verdi

Massimo Bava ha raccolto in casa Torino la pesantissima eredità di Gianluca Petrachi. Da responsabile del settore giovanile al ruolo primario di direttore sportivo, affiancato dall’ex capitano granata Emiliano Moretti. Barreca, Bonifazi, Edera, Parigini, Millico sono solo alcuni dei nomi venuti fuori dalla gestione di Bava nell’ambito giovanile. Questo giugno, il grande salto e l’aumento (netto) di responsabilità.

A lui il compito di rinforzare una squadra che aveva quasi raggiunto l’Europa sul campo, arrivando ad appena due distanze dalla Roma. Poi la sentenza contro il Milan e il naturale approdo ai preliminari, corretto premio per una stagione impeccabile. Non era semplice, quindi, migliorare la rosa. Il mercato in entrata non ha visto particolari movimenti, salvo animarsi negli ultimi giorni prima della chiusura. Laxalt ha sposato i granata, così come Ujkani che nella mattinata di oggi ha firmato il suo contratto e si attende solo l’ufficialità. Sarà il vice Sirigu.

Fino alle 22 di questa sera, tuttavia, Bava proverà ancora a fare qualche regalo ai propri tifosi. Da tutta l’estate va avanti la telenovela per Simone Verdi, da tempo il designato principale per rinforzare il reparto avanzato. Un braccio di ferro continuo col Napoli che, fino adesso, non ha portato a nulla. Il direttore sportivo ha ancora qualche ora per convincere definitivamente De Laurentiis a lasciarlo partire a determinate condizioni. Il pressing rimane altissimo, col d.s. che vuole a tutti i costi portare sotto la Mole il talentuoso calciatore. Ci proverà fino all’ultimo secondo disponibile, e attualmente le chance sono in crescita. Kamano e Idrissi rimangono in caldo: la volontà della dirigenza è che, entro stasera, almeno uno di questi tre giocatori vesta granata.


Annunci

COMMENTA L'ARTICOLO