Edera:"Sono nato granata" - IL TORO SIAMO NOI
Edera:"Sono nato granata" - IL TORO SIAMO NOI
Edera:"Sono nato granata" - IL TORO SIAMO NOI
Edera:"Sono nato granata" - IL TORO SIAMO NOI
Edera:"Sono nato granata" - IL TORO SIAMO NOI

Edera:”Sono nato granata”


Il Corriere di Torino ha raccolto le parole di Edera dal ritiro dell’ Under 21:“Ho parlato con mister Mazzarri, mi ha detto cose importanti. Dalla società ho sempre sentito fiducia – ha detto il canterano granata – crede in me e non smetterò di ringraziare il presidente Cairo, e Petrachi, per questo: io credo nel progetto e in me stesso. Sono nato granata, e quando il mister mi darà l’opportunità devo dimostrare di essere all’altezza della partita, del momento. E devo farlo giorno per giorno, allenamento dopo allenamento”.

Ancora, Edera afferma: “È il momento dei ragazzi, ora tocca a noi. Non solo nel calcio, ma dobbiamo farci trovare pronti a dare un contributo importante. Nella vita e nel calcio. Con gli azzurri ognuno di noi deve far notare di essere il migliore, dare il meglio ma sempre a disposizione del gruppo. E nel Toro è la stessa cosa: il progetto è farci crescere, anche se non c’è spazio. Dobbiamo fare le cose come il mister ci chiede, sapendo che un’opportunità la darà a tutti. Tocca a te essere pronto a coglierla”.

“Non sono uno riflessivo. Ma quando arriva la palla devi già avere in testa che cosa fare, la giocata successiva nasce mentre aspetti il pallone. Altrimenti la Serie A non è il tuo posto”.