La FIFA vuole porre un freno ai prestiti,in Italia nel mirino Juve e Udinese - IL TORO SIAMO NOI
La FIFA vuole porre un freno ai prestiti,in Italia nel mirino Juve e Udinese - IL TORO SIAMO NOI
La FIFA vuole porre un freno ai prestiti,in Italia nel mirino Juve e Udinese - IL TORO SIAMO NOI
La FIFA vuole porre un freno ai prestiti,in Italia nel mirino Juve e Udinese - IL TORO SIAMO NOI
La FIFA vuole porre un freno ai prestiti,in Italia nel mirino Juve e Udinese - IL TORO SIAMO NOI

La FIFA vuole porre un freno ai prestiti,in Italia nel mirino Juve e Udinese


La FIFA, secondo quanto scrive ‘SportBild’, sta pianificando un cambiamento radicale nella disciplina dei prestiti. In base al regolamento vigente, infatti, non esiste un limite alle operazioni a titolo gratuito che un club può fare nelle finestre valide per il calciomercato.

Per la FIFA, tuttavia, in alcuni club importanti si starebbe ‘abusando’ di questa formula per trarne vantaggi di tipo economico, e il massimo organismo calcistico mondiale vorrebbe prevenire il rischio che si verifichino altri ‘casi Parma’, con il club gialloblù che fallì dopo che nel 2014-15 181 giocatori arrivarono in prestito nel club, e ben 205 lo lasciarono a titolo gratuito.

A far rizzare le antenne alla FIFA sarebbe stato il comportamento di 4 importanti società, di cui ben 2 italiane: la Juventus e l’Udinese, che si sommano a Chelsea e Monaco. La Vecchia Signora e i friulani, infatti, avrebbero sviluppato una sorta di modello per cui prendono dei giocatori semplicemente allo scopo poi di cederli in prestito.

I campioni d’Italia hanno al momento 26 giocatori in prestito per un valore di oltre 116 milioni di euro. Restando in Italia, l’Atalanta supera i bianconeri per numeri di prestiti, ma il valore complessivo degli stessi è decisamente inferiore.

All’estero però è il Chelsea a farla da padrone: i Blues hanno attualmente 40 giocatori ceduti in prestito, per un valore complessivo che supera i 200 milioni di euro.

Il modello sviluppato da questi club ha fatto storcere il naso alla FIFA, che ora pensa appunto a porre un limite alle cessioni a titolo gratuito. Secondo ‘SportBild’, in base a questo cambiamento che avverrà, ogni società non potrà cedere più di 8 giocatori in una finestra di calciomercato.

Il limite dei prestiti non si applicherà alle operazioni riguardanti i Settori giovanili dei club, dove potranno ancora avvenire senza alcun paletto.