Djidji ha detto si al Toro - IL TORO SIAMO NOI
Djidji ha detto si al Toro - IL TORO SIAMO NOI
Djidji ha detto si al Toro - IL TORO SIAMO NOI
Djidji ha detto si al Toro - IL TORO SIAMO NOI
Djidji ha detto si al Toro - IL TORO SIAMO NOI
Djidji ha detto si al Toro - IL TORO SIAMO NOI

Djidji ha detto si al Toro

Il difensore ivoriano più vicino ai granata, resta da sistemare il nodo relativo alla formula dell’affare col Nantes, che chiede l’obbligo incondizionato di riscatto

Un primo step alla trattativa è stato fatto, adesso manca tutto il resto: Koffi Djidji ha detto di sì al Torino, che lavora quindi col Nantes per chiudere nelle ultimissime ore di calciomercato l’affare. Il difensore ivoriano, dopo una breve riflessione, ieri in serata avrebbe fatto sapere ai granata di accettare l’offerta. A questo punto procede più spedita la trattativa: da qui alla serata di domani dovrebbe arrivare la fumata bianca. In tal senso c’è una certa fiducia da parte del Torino in particolar modo, anche se – va detto – col Nantes resta una piccola grana ancora da sistemare. Si tratta di quella relativa alla formula: i granata spingerebbero per un prestito, anche oneroso, con diritto di riscatto, anche condizionato dall’eventuale obbligo poi in base al numero di presenze in campo del giocatore.

Il Nantes invece vorrebbe sì cedere il giocatore in prestito, ma soltanto con l’obbligo di riscatto nudo e crudo, entro il 30 giugno 2019. Alla fine le parti non sarebbero poi così tanto lontane insomma, questione di dettagli. Djidji, che col Nantes ha già giocato una partita ufficiale quest’anno (la prima di campionato sabato scorso contro il Monaco) avrebbe fatto sapere di essere disposto a fare le valigie, complice anche un rapporto non propriamente ottimale con l’attuale allenatore del club francese, il portoghese Miguel Cardoso.