Pobega:"Il Toro è in salute,se segno esulto" - IL TORO SIAMO NOI
Pobega:"Il Toro è in salute,se segno esulto" - IL TORO SIAMO NOI
Pobega:"Il Toro è in salute,se segno esulto" - IL TORO SIAMO NOI
Pobega:"Il Toro è in salute,se segno esulto" - IL TORO SIAMO NOI
Pobega:"Il Toro è in salute,se segno esulto" - IL TORO SIAMO NOI

Pobega:”Il Toro è in salute,se segno esulto”

Il Milan si avvicina al match contro il Torino e Tommaso Pobega, doppio ex della sfida di domenica, è intervenuto ai microfoni di Tuttosport. Ecco le sue parole:

Milan: le parole di Pobega

“Ho capito che sarei rimasto al Milan a fine estate, parlando con i dirigenti e con l’allenatore. Ci siamo trovati subito perché io volevo rimanere e loro tenermi. Essere qui è un ulteriore punto di partenza, una nuova tappa del mio percorso”.

Pobega sul Torino

“Come sta il Toro? In salute, dopo la vittoria di Udine, con voglia di vincere, di mostrare che tutto il lavoro che fanno porta a un risultato. Il Toro è una squadra forte, arcigna, ci vorrà la massima attenzione e concentrazione: sarà una partita decisa da episodi e noi dovremo portarli dalla nostra parte”.

Pobega sul gol in Torino-Milan

“Se segno esulto? Penso di sì, perché credo sia sempre giusto farlo. Con grande rispetto verso i tifosi granata, anche per come mi hanno sostenuto. Però è giusto esultare per i sostenitori della mia squadra attuale”. 

Sul ritorno al Milan

“Non ho trovato difficoltà, anche perché tanti compagni li conoscevo già avendo fatto i ritiri estivi sia nel 2020 che nel 2021. Conoscevo ovviamente l’ambiente, ma anche il modo di lavorare di Pioli, quindi è venuto tutto di conseguenza. Piuttosto, ci terrei a vincerlo anch’io lo scudetto anche perché sarebbe la seconda stella”. 

COMMENTA L'ARTICOLO