Cairo:"Stiamo con i piedi per terra,sono soddisfatto" - IL TORO SIAMO NOI
Cairo:"Stiamo con i piedi per terra,sono soddisfatto" - IL TORO SIAMO NOI
Cairo:"Stiamo con i piedi per terra,sono soddisfatto" - IL TORO SIAMO NOI
Cairo:"Stiamo con i piedi per terra,sono soddisfatto" - IL TORO SIAMO NOI
Cairo:"Stiamo con i piedi per terra,sono soddisfatto" - IL TORO SIAMO NOI

Cairo:”Stiamo con i piedi per terra,sono soddisfatto”



Urbano Cairo in una intervista a La Gazzetta dello Sport ha commentato l’ottimo inizio di campionato dei suoi granata.

«Il mio diciassettesimo anno di presidenza è cominciato bene, sono davvero contento perché ho apprezzato una squadra molto in palla. Partire così bene è un grande motivo di soddisfazione, ora dobbiamo continuare e restare sempre sul pezzo. Ma non ho dubbi che sarà così perché il nostro mister è una garanzia, lui non molla mai: siamo in buone mani». 

«Sono felice. Avere dieci punti dopo le prime cinque partite significa essere stati protagonisti di una bella partenza e aver fatto davvero bene. Abbiamo ottenuto tre meritate vittorie, c’è stato un pareggio importante contro la Lazio, abbiamo perso in casa dell’Atalanta, tra l’altro avendo giocato un’ottima gara. A Bergamo, alla fine della partita, mi sono complimentato con il mister e con i giocatori. La squadra sta dando dei segnali molto positivi. È un bellissimo inizio. Però…». 

«Adesso non esaltiamoci, restiamo con i piedi per terra. Stiamo avendo dei buoni risultati, e questo naturalmente mi fa molto piacere. È innegabile che i giocatori presi in estate stiano dimostrando capacità, alcuni stanno facendo dei gol, altri si sono inseriti benissimo: tutta la squadra sta dando dei buoni risultati. Però non dimentichiamoci che il campionato è appena iniziato, siamo alla quinta giornata e ne mancano altre trentatré: dobbiamo quindi essere soft in tutte le partite

 «Non c’è dubbio, è anche una bella sensazione. Però, preferisco non esaltarmi perché come dicevo siamo all’inizio del campionato. Resto prudente, con i piedi per terra: in questo momento è meglio non esaltarsi. L’importante sarà andare a San Siro e fare una grande partita per confermare i risultati ottenuti fino ad oggi e le qualità che abbiamo dimostrato». 

«Per Ilkhan è stato un bel debutto. Nonostante sia così giovane, ha preso iniziative dimostrando coraggio. Addirittura l’ho visto anche dare segnali ai compagni, quasi a volerli guidare: è il segno di una spiccata personalità». 

«Vlasic sta facendo benissimo. Non solo per i tre gol nelle ultime tre partite. Dà un contributo di solidità, di equilibrio, di qualità notevolissimo: è fortissimo. Come anche Radonjic, altro giocatore di grande qualità: è una bellissima scoperta. Non ci sono solo loro due, mi stanno piacendo tutti. Contro il Lecce, ad esempio, Lazaro ha fatto una grossa partita con delle giocate delle sue molto interessanti». 

«Schuurs ha una grande fisicità. Era abituato a giocare in un modo all’Ajax, mentre qui giochiamo diversamente. Sta crescendo bene, anche grazie a una velocità di apprendimento notevole: diamogli tempo, è con Juric appena da venti giorni».

COMMENTA L'ARTICOLO