Toro-Udinese: la pagella granata - IL TORO SIAMO NOI
Toro-Udinese: la pagella granata - IL TORO SIAMO NOI
Toro-Udinese: la pagella granata - IL TORO SIAMO NOI
Toro-Udinese: la pagella granata - IL TORO SIAMO NOI
Toro-Udinese: la pagella granata - IL TORO SIAMO NOI

Toro-Udinese: la pagella granata

Vittoria di misura per il Toro che, con una rete per tempo, regola le velleità dell’Udinese. Brekalo spezza l’equilibrio dopo pochi minuti, Bremer aumenta il divario tra le due squadre ad inizio ripresa risolvendo una furibonda mischia. Nell’ultimo quarto d’ora di gara la magia di Forestieri su punizione riaprel il match ma la vittoria dei granata viene blindata da un super Milinkovic-Savic con due belle parate.

Milinkovic-Savic 7 – Regista e portiere. Due ruoli in uno per l’estremo difensore granata che è decisivo, con tre solidi interventi. Su Pussetto devia in angolo, su Arslan e Samardzic si esalta nel finale: parate che valgono la vittoria. Ha il merito finanche di impostare l’azione del vantaggio granata pescando sulla trequarti Belotti con un rinvio preciso. Forse in ritardo sulla magia di Forestieri che inchioda nel sette una splendida punizione.

Djidji 6,5 – Si guadagna la pagnotta con una diagonale perfetta su Deulofeu a metà primo tempo. Si fa vedere spesso anche in avanti. Gioca con adrenalina e grande personalità fino a quando, per infortunio, non lascia il terreno di gioco.

Bremer 7 – Solido in fase difensiva, cancella Beto per larghi tratti del match con il portoghese che gli sfugge solo nell’occasione di Pussetto. Mette la firma sul successo granata con un gol in mischia rubando la rete al compagno di squadra Pobega.

Buongiorno 6,5 – Qualche sbavatura in fase di impostazione, ma rileva l’infortunato Rodriguez con autorevolezza. Provvidenziale nel finale su Beto.

Aina 6 – Gioca, a sorpresa, sulla destra. Annulla Udogie e ha anche qualche buon spunto non compreso dai compagni di squadra.

Pobega 6,5 – Ritorna dalla squalifica e si piazza nel cuore del centrocampo. Calciatore essenziale, in grado di dare dinamismo, quantità e qualità alla mediana. Partecipa attivamente all’azione del 2-0, con Bremer che gli soffia il gol.

Lukic 6,5 – Compensa il mancato dinamismo con una protezione della sfera da manuale del calcio. Nonostante il gap fisico con i calciatori dell’Udinese riesce spesso a “nascondere” il pallone con sagacia e furbizia.

Vojvoda 6 – Gioca a sinistra, dalle sue parti ha Molina e preferisce controllare le avanzate dell’argentino spingendo raramente sull’acceleratore. Nella ripresa sciupa una buona occasione con un colpo di testa troppo schiacciato.

Brekalo 7 – Splendida la conclusione di piatto che spezza l’equilibrio del match. E’ il suo terzo centro in campionato. Prezioso in tutte le zone di campo con la sua qualità palla al piede.

Praet 5,5 – Non al meglio fisicamente. Si vede in rare occasioni. Non è un caso che è uno dei primi ad uscire dal campo.

Belotti 7,5 – Non segna, ma quando gioca così è uno splendore. Uomo ovunque in attacco e in difesa: macina chilometri lottando su ogni pallone in entrambe le fasi. Ottima la sponda dell’ariete granata che consente a Brekalo di regalare il primo “flash” della giornata. Bene anche quando recupera palloni sulla propria trequarti con gran sacrificio e grinta. Cuore granata.

Singo 6 – Sempre titolare, rifiata per sessanta minuti. Entra in campo donando grande ritmo sulle fasce innescando un bel duello con Molina sulla corsia di competenza.

Linetty 5,5 – Entra per aumentare la densità in mezzo al campo del Torino. Spesso avulso dal gioco, ha il merito, però, di salire di livello nei minuti finali conquistando diversi break importanti.

Zima 6 – Più di venti minuti intensi per il giovane centrale ceco che è costretto agli straordinari vista la pressione dei bianconeri.

Zaza sv

Pjaca sv