Milinkovic-Savic:”La continuità è importante”

Rientrato dall’impegno con la nazionale serba, la sua prima convocazione in nazionale maggiore, Vanja Milinkovic-Savic è tornato a disposizione di Ivan Juric. E, ai microfoni di Torino Channel, l’estremo difensore fa il punto sulla stagione dei granata in vista dell’impegno di lunedì contro l’Udinese e torna sulle emozioni vissute rappresentando il suo paese.

Vanja, Quali sono state le emozioni in Nazionale?

“E’ stata una settimana bellissima, con la prima convocazione, l’esordio e la qualificazione al Mondiale. Ed è una grande soddisfazione: vincere a Lisbona contro un Portogallo fortissimo e andare diretti in Qatar è stato bellissimo”.

L’Italia deve ancora qualificarsi.“Con la squadra che ha, arriverà facilmente al Mondiale’.

A Torino ci sono le Atp Finals del tennis.

“Abbiamo Djokovic, in Serbia c’è una grande passione per questo sport e andrò sicuramente a vederlo perché non ci siamo ancora visti. Novak ha detto che qui ci sono più tifosi granata, ma nel mondo si sa che la tifoseria di Torino è il Toro.

Cosa vi aspettate contro l’Udinese? 

In casa abbiamo fatto sempre bene, vogliamo risultare con i risultati positivi.

A livello personale, come sta andando?

La cosa più importante è la continuità e avere minuti, poi bisogna lavorare molto e duramente. Calcio meglio con il destro, ma anche con il sinistro se serve. E io posso giocare in tutti i posti del campo, lo ammetto. Bisogna fare ciò che chiede il mister, per fortuna sono capace (ride, ndr).

Com’è giocare nuovamente con il pubblico?

“Speriamo che siano in tanti allo stadio. Rispetto all’anno scorso, è sempre bello vedere i tifosi allo stadio per sostenerci