Belotti: il rinnovo non arriva,Cairo fissa il prezzo

Andrea Belotti potrebbe lasciare il Torino nel corso della prossima sessione di calciomercato. Secondo le ultime notizie in arrivo dai granata, visto il contratto in scadenza con la società di Urbano Cairo nel 2022, la cessione sarebbe vicina. 

Altro che 100 milioni, Andrea Belotti oggi ha un valore di mercato di 35 milioni. Il Gallo, che qualche anno fa era stato valutato da Urbano Cairo oltre cento milioni, ad un anno dalla scadenza del suo contratto potrebbe andare via ad un terzo della cifra. 

L’attaccante del Torino, infatti, è in scadenza tra un anno e questo potrebbe spingere la società a cedere in saldo il numero nove. Senza il rinnovo del contratto sembra impensabile che i granata possano portare il capitano in scadenza rischiando di perdere Belotti senza incassare nemmeno un euro come accaduto al Milan con Donnarumma e Calhanoglu.

Dunque, il rinnovo di Andrea Belotti sarà fondamentale per capire quale sarà il suo futuro. Cairo a maggio aveva detto: «Al rinnovo sta lavorando Vagnati», il ds non pensa solo. Ma «quello che conta sempre, ed è molto importante, è avere giocatori super motivati di rimanere».

In questo momento, tuttavia, non arrivano novità da Belotti che è oggi impegnato con la maglia della Nazionale e non vuole distrazioni come confermato prima della gara contro il Galles: «Chiunque in questa squadra vuole giocare, bisogna dare il massimo quando ci viene data un’opportunità perché rappresentiamo tutti gli italiani e vogliamo arrivare fino in fondo all’Europeo».

Ma quale club potrebbe prendere Andrea Belotti? In Italia sul gallo ci sarebbero due squadre. Il Milan e la Roma.

Il club rossonero si starebbe muovendo per Belotti visti i problemi emersi attorno a Giroud, soprattutto a fronte del caso Ibrahimovic (operazione al ginocchio appena effettuata, in teoria “solo” 2 mesi out, ma accendendo un cero affinché fili liscia la rieducazione del centravanti, quasi 40enne). Il club rossonero non vorrebbe investire 35 milioni di euro subito, ma con una formula più “morbida” Maldini e Massara potrebbero arrivare a tale cifra a mercato inoltrato. Magari inserendo qualche contropartita e bonus.

Attenzione anche alla Roma che però in questo momento sembrerebbe a corto di liquidità spendibile. Mourinho cerca una punta ma deve prima liberarsi di Edin Dzeko. Il bosniaco, infatti, non ha ancora chiarito quale sarò il suo futuro.