Pirlo esclude dal Derby i protagonisti della festa:”Dobbiamo dare l’esempio”

Durante la conferenza stampa in vista del derby col Torino, il tecnico della Juventus Andrea Pirlo ha spiegato i motivi e i retroscena dietro la scelta di escludere dai convocati McKennie, Arthur e Dybala dopo il festino e le polemiche delle scorse ore: “La decisione l’ho presa io, la società ha fatto il resto. Quando si prendono certe decisioni però lo si fa insieme, ma sulla parte tecnica ho deciso io. Queste cose sono sempre successe ma è normale che ci sono momenti in cui si possono fare e altri in cui non si possono fare. Questo non è il momento per quello che sta succedendo nel mondo con la pandemia. Non era il momento giusto, soprattutto nei confronti di chi rispetta le regole e perché erano 2 giorni prima di una partita. Volevo dare un segnale, siamo degli esempi ed è giusto che ci comportiamo come tali”.

Archiviato il capitolo “feste”, Andrea Pirlo concentra l’attenzione sulla sfida di domani: “Il Toro è cambiato perché i due allenatori sono completamente diversi, giocano con moduli diversi. Le squadre di Nicola hanno un’impronta ben precisa, ha fatto bene e sappiamo bene cosa troveremo in campo. Dovremo affrontarla con grande rabbia, dopo il Benevento abbiamo voglia di rivalsa, in più è un derby e va giocato con aggressività e voglia di vincere».

“Non c’è stato nessun confronto, sono arrivati solo ieri i giocatori. Abbiamo parlato con tutti singolarmente. Sappiamo l’importanza della gara e sappiamo cosa è successo nelle settimane precedenti. Parleremo prima della partita e la affronteremo al meglio.

COMMENTA L'ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.