Meité: tre mesi per convincere il Milan

Soualiho Meïte, classe 1994, ha tre mesi di tempo per prendersi il Milan. E, di conseguenza, guadagnarsi il riscatto al termine di questa stagione.

Meïte, infatti,è giunto al Milan in prestito oneroso (500mila euro) con diritto di riscatto fissato a 8 milioni di euro e, al momento, sta proseguendo il suo percorso di integrazione nel sistema di gioco del tecnico rossonero, Stefano Pioli.

Dentro lo spogliatoio del Milan, invece, Meïte si è subito ambientato. Con il ritorno di Ismaël Bennacer gli spazi per il centrocampista francese, inevitabilmente, si ridurranno. Pertanto, dovrà essere bravo ad sfruttare ogni occasione che gli si presenterà, sia in Serie A sia in Europa League.

Fermo restando come il titolare di quel ruolo, con le caratteristiche fisiche più simili a quelle di Meïte, sia sempre il  Franck Kessié. Di sicuro, l’ex Torino ha fatto vedere le cose migliori, in maglia rossonera, quando ha potuto giocare da mediano nel 4-2-3-1. Male, invece, da trequartista tattico (come contro l’Atalanta).

Gli 8 milioni che il Milan dovrebbe investire la prossima estate per il suo riscatto non rappresentano, di certo, una cifra enorme da sborsare. Ma Meïte dovrà meritarsi tale investimento. L’obiettivo del ragazzo è di restare a Milano e, dunque, d’ora in avanti si impegnerà per convincere il Diavolo della bontà della scelta fatta