Toro-Sampdoria: probabili formazioni e curiosità

Sarà la Sampdoria a battezzare l’esordio sulla panchina del Torino di Longo. La partita sarà sabato 8 allo stadio Grande Torino alle ore 18. I granata oltre al cambio di allenatore devono fare necessariamente un cambio passo dopo le ultime disfatte tecniche, la Sampdoria nel posticipo ha disputato una buona gara ma non ha portato a casa punti contro il Napoli.




Qui Torino

Longo non muterà troppo l’impostazione tattica che aveva Mazzarri e proporrà il 3-4-3: in porta Sirigu è inamovibile, la difesa ripartirà ancora da Izzo e N’Koulou e con loro ci dovrebbe esser Lyanco. Sulla sinistra in mediana dovrebbe recuperare Ansaldi, mentre sarà De Silvestri a coprire sulla destra. Al centro Rincon, pur avendo saltato gli ultimi allenamenti per influenza, e Lukic. In avanti ancora fiducia a Verdi, con Belotti e Berenguer.

Qui Sampdoria

Per Ranieri tornerà a destra in difesa Bereszynski che ha scontato un turno di squalifica. Al centro Tonelli e Colley sono confermati, vista anche l’assenza fino a fine stagione di Ferrari. A sinistra ballottaggio tra Murru e Augello. Thorsby a centrocampo farà coppia con Ekdal nel mezzo, mentre sugli esterni agiranno Linetty e Ramirez. In attacco coppia Quagliarella-Gabbiadini.

Probabili formazioni

TORINO: (3-4-3): Sirigu, Lyanco, N’Koulou, Izzo; De Silvestri, Lukic, Rincon, Ansaldi; Verdi, Belotti, Berenguer. Allenatore, Longo.

SAMPDORIA (4-4-2) Audero, Bereszynski, Colley, Tonelli, Augello; Ramirez, Thorsby, Ekdal, Linetty; Gabbiadini, Quagliarella. Allenatore, Ranieri.

Precedenti

Quella di sabato sarà la sfida numero 106 tra le due formazioni in Serie A, nei precedenti i granata si sono imposti in 36 occasioni, i doriani in 30. I pareggi 39.

Il Torino ha perso la gara di andata contro la Sampdoria: è dalla stagione 2008/09 che i blucerchiati non vincono entrambe le gare stagionali contro i granata. Il Torino è imbattuto nelle ultime cinque partite casalinghe contro la Sampdoria in Serie A (3V, 2N), la miglior striscia dal 1987 per i granata. Per la prima volta in Serie A il Torino ha subito 11 gol totali in due partite consecutive – inoltre i granata hanno perso tre gare di fila e non arrivano a quattro da marzo 2018. Il Torino ha perso quattro delle ultime sei partite casalinghe di campionato (2V), tante sconfitte interne quante nelle precedenti 21. Nell’unica occasione, nell’era dei tre punti a vittoria, in cui la Sampdoria aveva ottenuto 20 punti dopo 22 giornate è poi retrocessa a fine stagione (1998/99) – in quel caso però mancavano solo 12 partite alla fine, in questa stagione 16. Claudio Ranieri ha vinto due delle prime sei trasferte sulla panchina della Sampdoria in Serie A: nessun allenatore blucerchiato ha fatto meglio nell’era dei tre punti a vittoria. La Sampdoria ha segnato solo sei gol nel primo tempo in questo campionato, meno di ogni altra squadra; inoltre solo una di queste reti è stata nella prima mezzora di gioco e solo una in trasferta (2 dicembre vs Cagliari su rigore) – infatti in media il primo gol della partita della Sampdoria arriva al 60° minuto di gioco. Moreno Longo conta 16 panchine in Serie A, tutte alla guida del Frosinone: ha vinto una sola partita, con cinque pareggi e 10 sconfitte a completare il bilancio – la Sampdoria è la squadra contro cui il nuovo tecnico dei granata ha subito più gol (cinque). Andrea Belotti potrebbe andare in doppia cifra di gol per la quinta stagione di Serie A consecutiva, diventando il primo giocatore a riuscirci dal 2015/16 a oggi – l’attaccante del Torino ha realizzato sette reti contro la Sampdoria nella competizione, solo contro il Sassuolo ha fatto meglio (otto). Con la maglia della Sampdoria, Manolo Gabbiadini ha realizzato quattro reti contro il Torino in Serie A, più che contro ogni altra squadra.

COMMENTA L'ARTICOLO