Il pensiero di un tifoso:”Se non può fare di più,metta il Toro in vendita”


Per come la vedo io.

Oggi è piuttosto probabile che si vinca in casa contro il Sassuolo. Ma indipendentemente dal risultato di stasera, che con una vittoria sull’immediato mi farebbe come sempre felice, io non dimentico. Io non dimentico quasi 15 anni di sprofondamento nell’anonimato più assoluto e di calcio, inteso come sport nella sua essenza, mediocre. 15 anni di speranza e soprattutto pazienza dovuta alla fede, grazie ad una società inadeguata. Perché vedete, lo so che il calcio è cambiato e si è evoluto (o disevoluto…) in maniera spropositata, chiunque se ne rende conto. Ma di questa cosa, il primo della quale se ne dovrebbe rendere conto è il proprietario. Se non se la sente di fare il tanto decantato salto di qualità, che metta la baracca seriamente in vendita! E lo annunci a mezzo mondo! Che ci straguadagni pure! Basta che liberi il Toro da questo insulso recinto, in modo che possa correre su grandi praterie, eventualmente anche rischiose ma che sia libero! Così com’è è insopportabile e in antitesi con lo spirito granata.

COMMENTA L'ARTICOLO