Mazzarri:”Avversario difficilissimo”


Walter Mazzarri ha presentato la sfida di domani contro il Wolverhampton: “Abbiamo visto come il Wolverhampton ha giocato contro il Manchester United, che è tra le formazioni più forti al mondo. Arrivano da un’ottima annata e, come noi, hanno cambiato pochissimo in rosa. Hanno inserito alcuni giocatori nuovi che hanno aumentato ulteriormente la loro forza. Sono un avversario difficilissimo da affrontare.

I valori sono molto simili: troveremo una squadra forte tecnicamente e ben organizzata. Ma io dico ai miei giocatori che se noi faremo ciò di cui siamo capaci loro faranno molta difficoltà. Dobbiamo pensare a lavorare su di noi seguendo un percorso di crescita.

Le squadre – come il Wolverhampton – che si chiudono e sono organizzate mettono in difficoltà gli avversari: però i nostri avversari di domani sono in grado di fare molto bene in fase offensiva quando aggrediscono gli avversari. Sanno quello che vogliono e sono in grado di cambiare faccia durante la partita. Noi metteremo in campo le nostre contromosse.

Il paragone tra Serie A e Premier League dal momento che si affrontano due squadre arrivate settime nei rispettivi campionati? A noi in realtà interessa relativamente. Io ho la mia idea, ma voglio aspettare il doppio confronto per ogni valutazione in merito.

Sicuramente non dovessimo passare il turno ci dispiacerebbe molto, ma è accaduto anche l’anno scorso all’Atalanta che poi è arrivata quarta in campionato. Tocchiamo ferro, ma in ogni caso avremmo la forza di rialzarci subito. Sicuramente quanto fatto in queste sei partite servirà ai ragazzi per crescere. Nel negativo questa esperienza sarà comunque positiva per il miglioramento del gruppo. E poi quest’anno vogliamo anche tentare di portare avanti il cammino in Coppa Italia meglio di come abbiamo fatto la scorsa stagione.

Io sono convinto che faremo una grande gara e verrà fuori lo spirito Toro. Voglio una squadra che non molli mai e sia solida e unita, facendo in modo omogeneo sia la fase difensiva che quella offensiva.

Il pubblico farà sicuramente sentire la propria forza fino all’ultimo minuto del match.

Essere arrivati qui per noi è motivo di orgoglio. Quello di domani non è un esame. Se mostreremo quanto fatto l’anno scorso accetteremo serenamente il verdetto di questo doppio confronto.

Da quando sono arrivato il percorso di crescita della squadra è stato esponenziale. La sfida di domani, e quelle che verranno ovviamente, sarà una verifica di questa crescita.”

COMMENTA L'ARTICOLO