Bremer: la richiesta di Cairo all'Inter - IL TORO SIAMO NOI
Bremer: la richiesta di Cairo all'Inter - IL TORO SIAMO NOI
Bremer: la richiesta di Cairo all'Inter - IL TORO SIAMO NOI
Bremer: la richiesta di Cairo all'Inter - IL TORO SIAMO NOI
Bremer: la richiesta di Cairo all'Inter - IL TORO SIAMO NOI

Bremer: la richiesta di Cairo all’Inter

Gleison Bremer giocherà nell’Inter. Non hanno alcun dubbio i nerazzurri, malgrado le tante questioni in divenire nel reparto arretrato e un accordo ancora da trovare con il Torino. Il centrale brasiliano ha confessato la sua volontà di cambiare aria, a Milano c’è totale fiducia sull’esito positivo dell’affare.


Come riportato oggi dal “Corriere dello Sport”, Bremer all’Inter si farà ma bisognerà pazientare. Già a gennaio è stata trovata un’intesa col giocatore, anticipata di gran lunga la concorrenza anche italiana. E anche il desiderio di Cairo di fare un’asta al rialzo per ricavare il più possibile dal suo cartellino. Bremer a febbraio ha rinnovato fino al 2024, un segno di riconoscenza verso il club che lo ha fatto esplodere ad alti livelli, ma consapevole che avrebbe salutato in estate. E infatti così sarà.

Nel prolungamento c’era un dettaglio non da poco: una clausola da 15 milioni attivabile già da gennaio 2023. Clausola che, però, non sarà sfruttata dall’Inter che ha intenzione di chiudere subito il colpo, a cifre più elevate ma con la certezza di averlo a disposizione da inizio stagione. Nella prossima settimana ci sarà un incontro forse decisivo col Torino: la richiesta è di 40 milioni di euro, si arriverà a offrirne un massimo di 30 oltre all’inserimento di una contropartita tecnica. Occhio alla possibile formula: non subito a titolo definitivo, ma in prestito con obbligo di riscatto, così da raggiungere l’attivo di 80 milioni a fine mercato prefissato dal club.

L’operazione Bremer non è legata a quella di Skriniar, sempre più diretto al Psg che nel week-end rilancerà ulteriormente. L’Inter ha necessità di incassare una maxi somma, poi potrà anche andare su Milenkovic, l’altro nome caldo in entrata per la difesa.