Estate 2021,sarà valzer di panchine: tutti i possibili cambi

Quest’estate potrebbe essere particolarmente interessante per gli allenatori della Serie A: valzer di panchine a fine stagione tra esoneri, clamorosi ritorni e nuovi volti.

Il campionato volge al termine, e molte società già programmano la prossima stagione. Non tutti i dirigenti sono soddisfatti del lavoro svolto dai propri tecnici, oppure qualche rapporto si è raffreddato nel corso dei mesi. Per questa ragione, ci sarà un vero e proprio valzer di panchine in Serie A, con nuovi arrivi, esoneri e passaggi da un club all’altro.

Uno degli allenatori più in discussione è Andrea Pirlo. Il futuro dell’ex Campione del Mondo sarebbe legato al raggiungimento della Champions League, ma da inizio anno la sua posizione è costantemente in bilico e non è detto che possa proseguire la sua avventura alla guida della Juventus. Infatti, in caso di esonero, ci potrebbe essere un clamoroso ritorno: Massimiliano Allegri sarebbe pronto a rimettersi in gioco.

Ma non è l’unico allenatore libero e pronto a tornare in Serie A. Ecco tutti i possibili movimenti sulle panchine delle squadre del campionato al termine della stagione.

La Fiorentina quasi sicuramente non proseguirà con mister Iachini. Il tecnico lascerà la formazione Viola al termine dell’annata funesta e l’indiziato numero uno che lo sostituirà potrebbe essere Roberto De Zerbi. Secondo Sportitalia, l’attuale allenatore del Sassuolo avrebbe trovato l’intesa con Rocco Commisso per un biennale.

Intanto, anche il futuro di Paulo Fonseca è fortemente in bilico. Il portoghese molto probabilmente non continuerà l’avventura alla Roma, e Maurizio Sarri è il primo nome nella lista di Pinto e Friedkin.

La qualificazione in Champions League potrebbe non bastare a Gennaro Gattuso. Il tecnico non ha firmato ancora il rinnovo del contratto e a fine stagione potrebbe lasciare definitivamente il Napoli. Anche in questo caso si parla di un allenatore al momento libero: De Laurentiis starebbe sondando Luciano Spalletti.

E ancora, Simone Inzaghi non ha ancora prolungato il suo contratto con la Lazio e questa cosa insospettisce i tifosi biancocelesti. La società è tranquilla, l’intesa sarebbe stata trovata e manca solo l’ufficialità. L’ambiente circostante è un po’ meno sereno.

Infine, Ivan Juric potrebbe sorprendentemente lasciare l’Hellas e non per i risultati raggiunti quest’anno, bensì per gli obiettivi che gli proporrà la società. L’allenatore vuole competere ad alti livelli e vuole una rosa all’altezza: servirà trovare un punto d’incontro con la dirigenza veronese.

COMMENTA L'ARTICOLO