È morto Paolo Rossi

Dopo le morti di Maradona e Bouba Diop, il calcio mondiale piange anche Paolo Rossi. Un fulmine a ciel sereno nella notte, sui social, con il ricordo della moglie. A 64 anni Pablito, Pallone d’Oro dopo aver vinto da protagonista il Mondiale 82, fa ripiombare il pallone nel lutto.

Affetto da un brutto male, Rossi è scomparso due mesi dopo il suo 64esimo compleanno. Eroe del torneo 1982, in cui fu capocannoniere e simbolo capace di conquistare il Pallone d’Oro, dopo aver chiuso con la carriera da calciatore è divenuto famoso per le nuove generazioni come opinionista.

Sbocciato con il Vicenza prima e maturato col Perugia prima di confermarsi con la Juventus, Paolo Rossi, Pablito, ha giocato anche con Milan e Verona a fine carriera, nonchè con il Como a inizio carriera, la squadra con cui aveva esordito in Serie A dopo le prime apparizioni ufficiali con Madama nelle altre competizioni.

Rossi è stato uno dei giocatori capaci di vincere le competizioni più importanti del mondo del calcio, visti i successi in Italia ed Europa con la maglia della Juventus e il famoso mondiale spagnolo del 1982 che lo rese leggendario, tanto da fargli vincere il Pallone d’Oro.

Proprio relativamenta a tale dato, Rossi, che con la Nazionale azzurra ha siglato 20 goal in 48 presenze, è stato il primo giocatore ad aver vinto Mondiale, titolo di capocannoniere e Pallone d’Oro nello stesso anno. Un record eguagliato solamente da Ronaldo il Fenomeno nel 2002.

COMMENTA L'ARTICOLO